Mertens operato: lo stop potrebbe essere più lungo del previsto

0
205

Mertens operato alla spalla dopo l’eliminazione del Belgio dagli Europei: Spalletti potrebbe averlo a disposizione soltanto in autunno.

Mertens Belgio Napoli
Mertens con la maglia del Belgio agli Europei (Getty Images)

Sarebbe potuta iniziare decisamente meglio l’era Spalletti al Napoli: il tecnico di Certaldo non è ancora stato ufficialmente presentato che già si trova alle prese con le prime beghe di formazione, relativamente a Dries Mertens. Protagonista col Belgio agli Europei e reduce dall’eliminazione causata dall’Italia, l’attaccante di Lovanio è stato operato alla spalla sinistra: un intervento quasi di routine, trasformatosi in un grande intoppo per la primissima parte della stagione azzurra che, con ogni probabilità, non avrà tra i suoi interpreti il belga.

Secondo quanto riferito dal ‘Corriere dello Sport’, Mertens potrebbe rimanere out per diverso tempo prima di poter riprendere l’attività agonistica: si parla addirittura di uno stop della durata di tre mesi che, oltre ai due ritiri estivi, gli farebbe saltare anche il primo scorcio di campionato e precisamente le prime quattro partite. Un problema non di poco conto che rischia di mettere in salita i piani di Spalletti, costretto a dover fare a meno anche dei giocatori impegnati con le nazionali e bisognosi di riposo per recuperare dalle fatiche sostenute in Europa e Sudamerica.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> De Laurentiis sul rinnovo di Insigne: “Dipende da lui, se si è stancato…”

Mertens, un altro ko: a dicembre l’infortunio alla caviglia

Per Mertens tornano tristemente alla ribalta i fantasmi già vissuti lo scorso 16 dicembre a San Siro durante Inter-Napoli: allora si fece male alla caviglia e potè tornare in pianta stabile soltanto a fine febbraio, contribuendo all’ottimo rendimento del Napoli che aveva alimentato la speranza di conquistare un posto in Champions League. L’estate di mezzo potrà quantomeno alleviare la delusione per lo stop forzato e prolungato, a patto che si tratti di un’eccezione in quella che dovrà giocoforza essere la stagione del definitivo riscatto. Per lui e per il Napoli.