Juventus, Allegri ha deciso: è lui il sacrificato di lusso

Massimiliano Allegri ha preso una decisione definitiva su chi sarà il sacrificato di lusso della Juventus in questa sessione di mercato: non si torna più indietro.

I bianconeri iniziano il nuovo anno come avevano terminato il precedente: la vittoria acciuffata contro la Cremonese negli ultimi minuti vale tantissimo per la classifica.

Massimiliano Allegri - Napolicalciolive.com
Massimiliano Allegri – Napolicalciolive.com

La Juventus c’è e anche se con qualche difficoltà in più del previsto riesce a ottenere il settimo successo consecutivo senza prendere gol in campionato. Decisiva la bella punizione di Arkadiusz Milik al 90′, anche fortunato ad approfittare di un indecisione di Carnesecchi. Complice la sconfitta del Napoli i bianconeri hanno accorciato le distanze dalla vetta: a una settimana dallo scontro diretto sono infatti solamente sette i punti che dividono le due squadre. Le novità arrivano però anche fuori dal campo, dove si è deciso all’unanimità chi sarà il sacrificato di questo mercato di riparazione.

Futuro tra Premier League e Bundesliga: la preferenza del giocatore

Acquistato dalla Juventus nell’estate del 2020, si è reso protagonista di una buona prima stagione con Pirlo in panchina. Poi però le sue prestazioni sono nettamente calate di rendimento e ciò lo ha costretto a trovare sempre meno spazio nell’undici titolare. Si tratta di Weston McKennie, centrocampista classe ’98 che quest’anno ha collezionato sedici presenze complessive, quasi sempre da subentrante, tra Serie A e Champions League segnando anche due gol in Europa. La sua avventura in bianconero è però arrivata al capolinea; nel suo futuro o la Premier League o la Bundesliga: il giocatore ha però una meta preferita, ecco quale.

Weston McKennie - Napolicalciolive.com
Weston McKennie – Napolicalciolive.com

Dopo il sondaggio del Bournemouth, lo statunitense è entrato nel mirino dell’Aston Villa di Unai Emery. I Villains non hanno però ancora presentato un’offerta ufficiale, soprattutto perché la richiesta dei bianconeri è altissima: circa 30 milioni di euro. Su di lui è forte anche l’interesse del Borussia Dortmund, che tra l’altro rappresenta la destinazione preferita del giocatore. Per McKennie si tratterebbe di un ritorno in Bundesliga dopo l’esperienza allo Schalke 04 (grandissimi rivali dei gialloneri) tra il 2016 e il 2020. In caso di cessione, la Juve avrebbe già deciso se intervenire o meno sul mercato per rimpiazzarlo: ecco la decisione definitiva.

La strategia dei bianconeri: i tifosi si dividono

Qualora McKennie dovesse lasciare durante questo mercato di riparazione, i bianconeri avrebbero deciso di non sostituirlo e di puntare ancora di più su Fabio Miretti e Nicolò Fagioli, i due giovani che a causa dei vari infortuni nella rosa si sono messi in mostra nella prima parte di questa stagione. Allegri si fida e non avrebbe problemi a dare loro ancora spazio sia in campionato che in Europa League per fare esperienza.

Fabio Miretti e Nicolò Fagioli - Napolicalciolive.com
Fabio Miretti e Nicolò Fagioli – Napolicalciolive.com

Una decisione che ha diviso i tifosi juventini: da una parte alcuni sono d’accordo sul fatto di far giocare di più dei ragazzi che hanno mostrato talento e personalità da vendere, altri invece sono convinti che la squadra abbia bisogno di rinforzi in quella zona di campo. Pogba non ha giocato ancora un minuto e non dà garanzie, Paredes ha passato più tempo in infermeria che in campo finora e Rabiot sembra sempre più vicino a lasciare al termine di questa stagione a parametro zero. Insomma, le certezze sono poche ma Miretti e Fagioli sono pronti a smentire gli scettici.