Mondo del calcio in lutto, la tragedia: una morte atroce

Il mondo del calcio è ancora una volta in lutto dopo la tragedia che ha colpito il famosissimo ex giocatore: la sua morte è stata atroce.

Una dipartita orribile e tragica quella che è capitata ad un ex nome storico del calcio mondiale, una stella per il suo paese che ora è caduto nello sconforto più totale dopo la notizia: ecco cosa è successo.

Tragedia per il calcio africano
Tragedia per il calcio africano, i medici non hanno potuto nulla – Napolicalciolive.com

Sono settimane difficili per l’intero mondo del calcio. La fine del 2022 e l’inizio del 2023 hanno fin qui regalato ben poche gioie agli appassionati di tutto il mondo, infliggendo una serie di notizie orribili da far raggelare il sangue. Molti campioni storici che hanno scritto pagine importanti per le proprie nazioni o più in generale per i propri continenti e per il Mondo intero sono passati a miglior vita, lasciando schiere di supporter nella tristezza generale.

L’ultimo in ordine cronologico è stato l’amatissimo Gianluca Vialli. L’ex collaboratore di Roberto Mancini con la Nazionale, nonchè storico calciatore capace di vincere in Italia ed in Europa con le maglie di Juventus e Sampdoria, ha perso la vita a causa di un tumore al pancreas che già da 5 anni lo aveva costretto a diverse cure. L’ex attaccante si è aggiunto ad un altro volto noto a cui si è purtroppo dovuto dire addio: Sinisa Mihajlovic.

Anche per il serbo è stato fatale un brutto male, la leucemia, che non lo aveva costretto a lasciare il campo fino a pochi mesi fa, ma che purtroppo a seguito di un improvviso peggioramento delle sue condizioni, se lo è portato via. Una sorte ancor più tragica e triste è toccata proprio in queste ultime ore ad un ex volto storico del calcio africano: la notizia della sua morte ha sconvolto un intero continente anche a causa della dinamica.

Il calcio africano piange la sua stella: ecco di chi si tratta

La notizia è di quelle purtroppo devastanti ancora una volta, una morte molto triste che è occorsa ad un nome storico del calcio africano: Philemon Mulala. Per qualcuno, soprattutto i più giovani, suonerà come un nome nuovo, mai sentito prima magari, ma l’ex tuttofare è stato un vero e proprio idolo delle masse in Zambia, sua patria natale, è ha riscritto in maniera indelebile la storia del suo popolo.

Philemon Mulala
Philemon Mulala è morto all’età di 60 anni – Napolicalciolive.com

Mulala è stato infatti protagonista nel 1984 della prima storica vittoria dello Zambia in Coppa d’Africa, ma non solo, con la maglia del Mofulira Wanderers, club zambiano, ha praticamente vinto tutto, una rarità per la squadra di una Nazione che aveva ottenuto la sua indpendenza non molto tempo prima. L’ex calciatore viveva in Sudafrica dove aveva chiuso la sua carriera da giocatore e la sua dipartita ha sconvolto tutti.

Una morte tragica: ecco cosa è successo a Mauala

Philemon Mulala si è spento all’età di 60 anni e le ragioni del suo improvviso decesso, a differenza di altri grandi campioni già citati prima, non è legato a circostanze naturali, bensì ad una vera e prorpia tragedia. La ricostruzione degli eventi fatta dalla polizia locale lascia senza fiato e raggela il sangue: nemmeno la presenza della moglie in casa ha potuto evitare quanto accaduto.

L’ex calciatore stava lavorando nel retro della sua abitazione a causa di un guasto elettrico, proprio mentre ciò avveniva la moglie ha sentito abbaiare i cani, ma abitando in una strada particolarmente trafficata non ha dato particolare importanza alla cosa. Una volta ritornata la luce la donna ha quindi iniziato a cercare il marito in casa, non trovandolo è quindi andata sul retro dove h visto il corpo esanime del povero Mulala morso a morte dai suoi stessi animali. Una tragedia nel vero senso della parola che ha gettato tutto la Zambia nella sconforto generale, l’ennesima per il mondo del calcio, sempre più dilaniato da notizie terribili come questa.