NCL REWIND – Dall’entusiasmo di Dimaro all’annuncio di Datolo, il riassunto della giornata azzurra

0
68

 

 

 

 

di Antonio Izzo

 

(clicca sulle parole in grassetto per andare al link della notizia)

 

13 luglio, si comincia. A Dimaro giunge la truppa azzurra pronta a buttarsi in una nuova stagione da protagonista. Grande entusiasmo tra i tanti tifosi al seguito, numerosi come al solito. Applausi e cori, in particolare per Morgan De Sanctis, la cui reazione ha mostrato chiaramente il suo stato d’animo. Mentre Benitez inizia a scremare il gruppo con la lista dei calciatori in esubero, il Napoli nel pomeriggio ha sostenuto già il primo allenamento. Entusiasmo alle stelle, Benitez e Insigne tra i più acclamati.

Molta curiosità intorno ai nuovi, in particolare sull’ex madridista Callejon, accolto con un bel messaggio dal suo nuovo allenatore. In ritiro anche Rafael che, da quanto dichiara, non vede l’ora di iniziare. Ma i tifosi sperano che presto a Dimaro si possa aggregare qualche altro pezzo forte. Mentre Ibrahimovic dichiara le sue intenzioni, si attende con ansia l’arrivo di Julio Cesar, sul quale però si è inserito a sorpreso un club spagnolo pronto a compralo, piuttosto che ottenerlo in prestito.

Il Napoli ci riprova per il forte difensore Rami e pensa ad un clamoroso scambio con la Juve. A proposito di bianconeri: il retroscena di giornata è il clamoroso sogno di Fabio Quagliarella: voleva tornare! Altro retroscena è la mega-offerta di gennaio per Cavani rifiutata da De Laurentiis. Per il suo attacco il Napoli attende Leandro Damiao. A riguardo, la redazione di Napolicalciolive.com ha contattato in esclusiva un suo compagno di squadra, nonchè ex azzurro, Jesus Datolo, che ha in pratica annunciato l’acquisto dell’attaccante verdeoro da parte degli azzurri.

Mercato carioca, ma anche mercato ‘Made in Italy’, così come si evince dalla nostra rubrica ‘CALCIOMERCATO & PARLATO‘. Infine nell’altra nostra rubrica ‘RIVALITA’ STORICHE‘ abbiamo parlato della stagione 2006/2007, quella del ritorno in serie A, quando il Napoli si vendicò al Bentegodi e condannò il Verona alla Lega Pro.