CHI E’ RAFAEL – Un vincente con riflessi da campione: arriva l’erede di Julio Cesar

0
50

di Vincenzo Matino

Arriva a Napoli con un’eredità importante, quella di ‘nuovo Julio Cesar’. Rafael Cabral Barbosa, talentuoso portiere classe ’90 scuola Santos è ufficialmente un nuovo calciatore azzurro. Sembrano essere finiti i tempi in cui dal Brasile venivano prelevati solo attaccanti, talentuosi maghi del pallone che di difendere proprio non ne volevano sapere. Da circa 15 anni è soprattutto la scuola dei portieri brasiliana ad aver fatto dei passi da gigante, sfornando portieri come Taffarel, Dida, Julio Cesar e in ultimo Rafael.

 

LA STORIA – Nato nel modestissimo ‘Barrio Jardim’ di San Paolo del Brasile, entra a 12 anni nelle selezioni giovanili del San Paolo dopo aver praticato fino ad allora principalmente il futsal. Dopo una breve parentesi in Corea con l’Interclub Korea torna in patria venendo subito tesserato dal Santos, dove i dirigenti già intravedono un grande talento. Il giovane Rafael brucia le tappe, risultando sempre tra i migliori del settore giovanile. La svolta avviene il 2 giugno 2010, quando rimpiazza l’allora portiere titolare Felipe. Una serie di prestazioni eccellenti gli consegnano di fatto le chiavi della porta del Santos a soli 20 anni. L’esordio in Nazionale arriva nel 2012, quando dopo una serie di amichevoli viene inserito nella lista dell’olimpica verdeoro, al quale è costretto a rinunciare a causa di un infortunio. Dagli inizi in prima squadra ad oggi l’estremo difensore ha vinto tre campionati paulisti consecutivi, una Coppa Libertadores, una coppa del Brasile e una Recopa Sudamericana. Insomma, un palmarès da predestinato.

L’Europa, Napoli lo aspettano. Starà ora a Rafael raccogliere l’eredità di Julio Cesar, dimostrando che reattività e coraggio possono sopperire a una tecnica da molti definita poco elegante.