Home I Nostri Lettori DITELO VOI – Italia, Insigne dovrebbe giocare sempre

DITELO VOI – Italia, Insigne dovrebbe giocare sempre

CONDIVIDI

ditelo voi

Italia-Spagna degli ottavi di finale di Euro 2016 è sempre più vicino, con il calcio d’inizio fissato per lunedì prossimo alle ore 18:00, e gli azzurri ci arrivano con il carico di critiche e polemiche seguite alla sconfitta indolore contro l’Irlanda per 1-0 nell’ultima giornata della fase a gironi. In particolare hanno destato preoccupazione e forte delusione le tante riserve mandate in campo da Antonio Conte, ad eccezione di Lorenzo Insigne. Ebbene, in questo “Ditelo Voi” vi avevamo chiesto cosa sarà in grado di fare la Nazionale nel torneo e se il ct dovesse puntare maggiormente sul numero 24 del Napoli, ecco le vostre opinioni più significative in merito:

Comincia Raffaele Iovinella con un lungo posto in cui con scetticismo misto ad ironia non si dimostra particolarmente ottimista: “E’ curioso che uno dei giocatori piú talentuosi di questo gruppo nonché titolare fisso della sua squadra di club, seconda in campionato, sia messo cosí da parte. Ma del resto come non dare ragione all’allenatore, data la prestazione brillante di Sturaro contro l’Irlanda? Che te ne fai di un Jorginho…purtroppo Conte oltre alla proverbiale antipatia, unita ad un’arroganza degna di nota, ha anche una testardaggine fuori dal comune: giá ai tempi della Juve aveva il suo undici di base e difficilmente si discostava da quello. Lo stesso é stato, purtroppo, applicato alla Nazionale. Senza dimenticare poi la storica poca considerazione (ancora un eufemismo…) che i giocatori del Napoli hanno avuto da parte della Selezione Azzurra. Detto questo, per me l’Italia, con gli opportuni aggiustamenti in corso d’opera e con un po’ di sana fortuna (il termine era un altro, ndr) puó arrivare tranquillamente in semifinale. La Spagna non é certamente irresistibile, avrei avuto sicuramente piú paura della Croazia. Germania e Francia sono invece molto più ostiche, una perché é comunque campione del mondo in carica ed un team sempre tonico, tosto e tenace, l’altra perché padrona di casa e squadra giovane e veloce. Vedremo. Una cosa é certa: quest’Europeo ad ora non ha mostrato un gioco per nulla esaltante e nessuna squadra si é elevata sulle altre, quindi veramente tutto puó accadere”.

Prosegue Massimo De Luca, il quale ritiene l’esperienza di Insigne positiva comunque vada: “Non bisogna essere polemici. Insigne è un potenziale campione, a volte è mancato di umiltà e benché io non sia assolutamente un sostenitore di Conte credo che questa esperienza possa essere utile a Lorenzo. Nella vita lavorativa vera noi comuni mortali ingoiamo tanti bocconi amari da cui poi traiamo forza e maturità. Sono convinto che Insigne possa sfruttare questa situazione per una sua ulteriore crescita”.

Infine Mario Acerra: “Il pronostico per lunedì ci vede perdenti e sovvertirlo sarebbe un’impresa. Proprio contro la Spagna Insigne potrebbe essere schierato, perché gli iberici non sono squadra particolarmente “fisica”, ma dubito che Conte deroghi dalle sue scelte. L’importante per Lorenzo è il sapersi mostrare pronto, soprattutto nell’ottica del prossimo ciclo con Ventura, che forse privilegerá un po’ di più i calciatori di qualità come lui”.