Home Rubriche AI RAGGI X – Chi è Tolisso, l’oggetto del desiderio del Napoli

AI RAGGI X – Chi è Tolisso, l’oggetto del desiderio del Napoli

CONDIVIDI
Tolisso @Getty Images
Tolisso @Getty Images

Proprio oggi il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha svelato di aver avanzato una ricchissima offerta al Lione per avere Corentin Tolisso, giovane centrocampista dei ‘Gones’ che nelle ultime due stagioni in particolare è diventato uno dei punti di forza della squadra attualmente allenata da Bruno Genesio. Tolisso fa parte della “gioielleria” Lione, che nella sua collezione completa può annoverare tanti giovani talenti cresciuti in casa e divenuti in breve tempo titolari inamovibili: si va dai nomi noti Lacazette, Grenier e Gonalons per proseguire proprio con Tolisso, Fekir, Ghezzal, Ferri, il portiere Lopes, Umtiti, Kalulu e la rivelazione Maxim Cornet, quest’ultimo una eccezione perché proveniente dal settore giovanile del Metz, anche se è esploso definitivamente quest’anno proprio in riva al Rodano. Il Napoli sta provando l’assalto al talento francese già da alcune settimane, un pò come è stato non molto tempo fa proprio per Gonalons.

LE CARATTERISTICHE – Tolisso è un centrocampista classe 1994 che agisce prevalentemente come mezzala sinistra: bravo negli inserimenti, dove può ulteriormente migliorare, quest’anno nel campionato francese ha messo a segno 5 gol oltre a 6 assist in 33 presenze, migliorando il proprio score se si contano anche Champions League ed altre competizioni nazionali, con 45 partite giocate, 7 reti e 7 passaggi decisivi. Pur avendo soltanto 21 anni, Tolisso possiede già personalità ed esperienza tipiche di giocatori anagraficamente più in là con l’età, e questo è il profilo che piace molto tanto a De Laurentiis quanto a Maurizio Sarri, uno capace di saper trarre il meglio dai propri elementi, meglio se giovanissimi. Nel centrocampo a 3 del Napoli, Tolisso riuscirebbe ad integrarsi al meglio tra le geometrie di Jorginho ed i tagli perfetti di Hamsik, potendo giocare nelle condizioni ideali anche accanto all’instancabile Allan.

A CHI SOMIGLIA – Effettuando un dovuto paragone, Tolisso fra i 3 azzurri si avvicina maggiormente allo slovacco. Utile sia in fase di copertura che in quella di rilancio, grazie all’ottima tecnica di cui è dotato, il francese non butta mai via un pallone e come detto, sa anche finalizzare abbastanza bene. E’ questo uno dei pochi aspetti dove potrebbe implementare le proprie capacità. Tolisso ha anche un’altra grande qualità: è ambidestro, gioca in maniera indifferente con entrambi i piedi e con il Lione conta già oltre 110 presenze ufficiali in campionato, eserdendo invece in Champions nell’ultima stagione. Al momento è una delle colonne portanti dell’Under 21 della Francia ma per molti il salto in prima squadra si avvicina sempre di più, specialmente con l’apertura di un nuovo ciclo che presumibilmente interesserà le fila dei Bleus già subito dopo gli Europei. Il prezzo è alto ma con la giusta offerta e soprattutto la carta vincente da parte del Napoli di poter giocare la Champions League, l’affare potrà andare in porto.