IL CORRISPONDENTE – Fantozzi: “Falso nueve vantaggio per il Napoli”

Esultanza Juventus
L’esultanza della Juventus (©Getty Images)

Juventus-Napoli ormai è alla porte e sarà una partita molto importante per entrambe le squadre. La squadra azzurra, dopo un momento di sbandamento durato qualche gara, arriva a questa partita con diverse defezioni specialmente in attacco. Anche la squadra bianconera arriva a questo big match con diversi giocatori infortunati. Sarà sicuramente una partita molto tattica e sopratutto fisica visto la rivalità tra le due squadre.

Ma come arriva a questa partita la squadra di Allegri e cosa dobbiamo aspettarci dall’incontro di questa stasera allo Juventus stadium? La redazione di NapoliCalcioLive.com lo ha chiesto ad Matteo Fantozzi, collega e direttore di Juvelive.it.

Che momento di forma vive la Juventus?

“In questo momento la Juventus vive un momento fisico abbastanza precario ma sicuramente è una squadra che ha moltissime risorse nei tanti giocatori che può schierare in diversi ruoli del campo. La squadra bianconera deve ancora recuperare diversi giocatori infortunati tra cui Paulo Dybala e Marco Pjaca, ma la buona notizia è sicuramente è il miglioramento delle condizioni fisiche di Claudio Marchisio”.

Cosa ti aspetti dalla gara di oggi?

“Contro il Napoli mi aspetto una risposta emotiva perché nelle partite contro le big come Fiorentina, Lazio e Sassuolo la Juve ha trovato la vittoria ma contro le squadre milanesi non è riuscita a vincere. C’è da dire anche contro i nerazzurri la squadra bianconera non ha giocato per niente bene mentre contro il Milan secondo me meritavamo la vittoria”.

Che ne pensa della squadra di Sarri?

“La squadra di Sarri a mio avviso è un cantiere in costruzione perché si è deciso di puntare su tantissimi giovani. I tre più talenti più interessanti sono Zielinski, Diawara e Rog: per il calciatore polacco il minutaggio è stato più ampio rispetto agli altri due compagni. È una squadra che ha delle situazioni di gioco molto interessanti”.

Quale reparto del Napoli reputa il più pericoloso?

“Sicuramente il reparto più pericoloso della squadra partenopea è l’attacco. Sarri, probabilmente per non dare punti di riferimento alla Juventus, non giocherà con una vera è propria punta, ma si affiderà a Callejon, Martens e Insigne”.

Con le assenze di Milik e Gabbiadini il Napoli quanto perde?

“Le assenze di Milik e Gabbiadini sicuramente peseranno molto perché il gioco del tecnico toscano esalta molto la punta centrale. Credo però che in questo match sia un vantaggio per il Napoli non avere un vero e proprio centravanti perché i tre centrali bianconeri si esaltano molto con la marcatura a uomo. Invece giocando senza dare punti di riferimento per la retroguardia juventina sia più difficile tenere le marcature”.

Come giocherà Allegri in Juventus-Napoli?

“Allegri dovrebbe giocare con il classico 3-5-2 che garantisce più tranquillità a tutta la squadra. Sono sicuro che il mister metterà in campo la formazione migliore con la doppia prima punta. La Juventus questa partita la vuole vincere per il morale, ma principalmente per mantenere la testa della classifica”.

A cura di Danilo Conforti