Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News Sarri: “Ci siamo fatti condizionare dalle notizie che arrivavano dall’Ucraina”

Sarri: “Ci siamo fatti condizionare dalle notizie che arrivavano dall’Ucraina”

Sarri Napoli
Maurizio Sarri © Getty Images

Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, è intervenuto a Premium Sport al termine della sconfitta contro il Feyenoord: “Ci siamo fatti condizionare dalle notizie che arrivavano dall’Ucraina, abbiamo sbagliato. Mentalmente dobbiamo lavorare ancora, non penserei all’Europa League che arriverà tra due mesi e mezzo. E’ una competizione che dobbiamo affrontare con tanta determinazione. Ora dobbiamo pensare alle prossime sfide di campionato. Se il movimento senza palla è minore, anche la circolazione palla perde qualcosa. Stiamo dando poche soluzioni al possessore palla. La sconfitta contro la Juventus non può aver tolto delle certezze. Vedo pochi movimenti che prima ci portavamo ad essere maggiormente pericolosi. La situazione per il Manchester City dal punto di vista mentale non era semplice: con la qualificazione già in tasca e con il derby tra tre giorni, il rischio che entrava leggero in campo c’era”. Poi l’allenatore toscano ha aggiunto altre dichiarazioni in conferenza stampa: “”Nascondere il risultato di Shakhtar-City era difficile, nella prima mezz’ora vista determinazione poi un’altra ora senza cattiveria e voglia di ottenere il risultato. Il City si sapeva avrebbe fatto riposare qualcuno.  Per Guardiola non era semplice motivare la squadra, sono sicuro che ci abbia provato, ma in certe situazione è difficilissimo, anche perché tra tre giorni ci sarà il derby di Manchester. Nella testa della squadra non ho visto convinzione feroce per la competizione, non sono d’accordo sul fatto che si debba passare ogni anno: è fuori dal mondo. Questa è una partita che, molto probabilmente, un mese fa sarebbe finita tre o quattro a zero. Bisogna pensare ai problemi che stanno venendo fuori, sono risolvibili ed i miei lo hanno dimostrato. Prendiamone atto e facciamo qualcosa per toglierli. Mi concentro sui problemi attuali, l’Europa League arriva tra due mesi. A differenza di ciò che è stato detto, il Napoli non ha 30 trofei e dunque onoreremo l’Europa League”.