Home Calciomercato Napoli Addio Reina: giusto così? Chi ha le responsabilità maggiori? Le risposte dei...

Addio Reina: giusto così? Chi ha le responsabilità maggiori? Le risposte dei tifosi

Addio Reina, posizioni divise per i tifosi: per alcuni deve far spazio ai giovani, per altri deve restare ancora per un altro anno o due.

CONDIVIDI

 

ADDIO REINA TIFOSI RISPOSTE/ Il futuro di Reina potrebbe essere lontano dal Napoli. Il contratto dello spagnolo con il club azzurro scadrà il prossimo giugno e al momento sembra non esserci intenzione di prolungarlo. Reina piace tanto al Milan, che potrebbe acquistarlo come erede di Donnarumma in caso di partenza del portiere napoletano. Lo spagnolo ha però tanti estimatori anche all’estero: il PSG, per esempio, che già la scorsa estate aveva provato a strapparlo al Napoli. Sulla nostra pagina Facebook ufficiale Napolicalciolive.com abbiamo proposto un sondaggio ai nostri lettori: “Addio Reina: è la scelta giusta? Di chi sono le responsabilità maggiori?”.

Calciomercato Napoli, Reina ai saluti: tifosi divisi

Tante le risposte arrivate in merito al sempre più concreto addio di Reina e le possibili colpe. I tifosi si distinguono in due posizioni differenti: chi vorrebbe trattenere lo spagnolo ancora per un anno o due in azzurro e chi invece preferirebbe lasciarlo andar via per fare spazio a qualche portiere più giovane. Il nome più caldo per il post Reina è Leno del Bayer Leverkusen, profilo ideale individuato dal calciomercato Napoli per raccogliere l’eredità dello spagnolo. Tutti sono però concordi riguardo alla fondamentale importanza di Reina nello spogliatoio: il suo carisma è infatti indiscusso. A trentacinque anni potrebbe essere comunque arrivato il momento di salutare il capoluogo campano. I tifosi per lui non disdegnano un futuro in società, magari quando Reina avrà deciso di appendere i guantoni al chiodo. Il presente lo vede però come principale difensore della porta azzurra e sarà fondamentale per lui mantenere la sua rete inviolata in più occasioni possibili. Il destino del Napoli in campionato passa infatti anche per le sue parate.