Home Napoli News Napoli, non è soltanto un problema degli attaccanti: l’idea di Ancelotti

Napoli, non è soltanto un problema degli attaccanti: l’idea di Ancelotti

CONDIVIDI
Napoli-Torino Ancelotti
Ancelotti in Napoli-Torino ©Getty Images

Il Napoli crea tanto, ma non sa più trovare la via del gol con continuità. Dopo i tre gol con la Sampdoria e il tris rifilato allo Zurigo in Europa League, gli azzurri hanno collezionato ben tre 0-0 nelle ultime sfide in Serie A. Ancelotti dovrà trovare una soluzione. 

Prima Mertens, poi Milik. Il Napoli non riesce a convertire con costanza le numerose occasioni create in rete. Carlo Ancelotti è contento del gioco offerto dai suoi uomini, ma è rammaricato per i due pareggi consecutivi collezionati in campionato contro Fiorentina e Torino. Gli azzurri avrebbero meritato almeno sei punti rispetto ai due conquistati sul campo. Per l’allenatore della squadra partenopea il problema non è solo degli attaccanti come svelato ai microfoni di Sky Sport: “Riguarda tutti,  dobbiamo finalizzare meglio. A Firenze hanno avuto tante occasioni Zielinski e Callejon, anche chi viene da dietro. E’ un problema che va risolto insieme per fare meglio le cose nel finale”. Ancelotti ha, poi, svelato di aver lavorato in settimana su esercitazioni specifiche per quanto riguarda la finalizzazione: “Gli attaccanti fanno sempre un lavoro specifico, tirano e crossano tanto. Sono molto seri e professionali, ci tengono a risolvere questo problema: è un piccolo dettaglio”. 

LEGGI ANCHE —> Napoli-Torino, il problema è la finalizzazione. Addio Scudetto

Napoli, Ancelotti non bada alla sfortuna

Infine, l’allenatore del Napoli ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli non ha voluto parlare di sfortuna: “Dobbiamo essere più precisi, non voglio parlare di sfortuna. Su diciotto palle gol non si può non fare una rete. E’ soltanto colpa nostra. Dobbiamo migliorare su quest’aspetto per quanto riguarda lucidità sotto porta. Serve maggiore freschezza per un cross o un tiro eseguito meglio”.