Home Rubriche Parma-Napoli, senza Insigne è una occasione d’oro per Mertens

Parma-Napoli, senza Insigne è una occasione d’oro per Mertens

CONDIVIDI
mertens parma napoli
Dries Mertens titolare in Parma-Napoli, il belga deve sbloccarsi ©Getty Images

Dries Mertens deve sbloccarsi e dimenticare le recenti prestazioni negative. Al belga manca il gol da due mesi, Parma-Napoli la gara giusta per riprendersi.

Dries Mertens non sembra più lui. L’attaccante belga si era imposto alla ribalta delle cronache per essersi rivelato un goleador implacabile, da quando Maurizio Sarri lo spostò nel ruolo di punta centrale. E dal dicembre 2016 il 31enne di Leuven di palloni nella porta avversaria ne ha spediti a grappoli. Quest’anno però le cose sembrano essere cambiate, e non in meglio. Mertens ha già raggiunto la doppia cifra, va detto. Ma a parte la rete segnata al Bologna a fine dicembre, non lo si vede alzare le mani al cielo dalla tripletta all’Empoli dello scorso 2 novembre. Resta comunque buono lo score soprattutto in campionato, con 8 marcature e 7 assist in 22 presenze. Ma le tante occasioni fallite di recente e che hanno contribuito a far si che il Napoli non centrasse la vittoria meritatissima soprattutto nel recente match contro la Fiorentina hanno portato all’attenzione questa involuzione negli ultimi 16 metri di Mertens.

Mertens, senza Insigne tocca a lui: cambio di rotta da Parma-Napoli

Carlo Ancelotti continua però a fidarsi ciecamente di lui e fa bene. Come per Insigne – che pure sta vivendo la stessa situazione – anche Mertens viene da alcune prove negative in campo. Oggi il capitano però non sarà disponibile in Parma-Napoli, e questo rende il belga un titolare in maniera automatica. In Emilia Mertens dovrà cominciare un necessario cambio di rotta. Al Napoli servono i suoi gol, in Serie A ma soprattutto in Europa League per superare il non insormontabile scoglio Salisburgo e per tentare di superare le altre quattro gare che divideranno il Napoli dalla eventuale finale. Le voci di mercato che lo indicano come uno degli azzurri che potrebbero lasciare la maglia azzurra al termine della stagione ed il contratto in scadenza a giugno del 2020 non devono condizionarlo. Ora serve soltanto ritrovare il gol smarrito.

LEGGI ANCHE –> UFFICIALE – Nuovi mini abbonamenti Napoli: i match in programma e i prezzi