Home Calciomercato Napoli - Ultimi Scoop di mercato Allegri, la panchina del Napoli era sua: “Poi arrivò Benitez”

Allegri, la panchina del Napoli era sua: “Poi arrivò Benitez”

Allegri Napoli
Allegri Napoli, Galeone conferma: “Fu vicino agli azzurri prima di Benitez” ©Getty Images

Massimiliano Allegri si è visto con Aurelio De Laurentiis per parlare della possibilità di diventare allenatore del Napoli. È accaduto nel 2013.

Spunta un retroscena su Massimiliano Allegri e sul Napoli. La cosa riguarda un possibile matrimonio sportivo tra le due parti, poi non andato più a buon fine. Ed a parlarne è Giovanni Galeone, ex allenatore della squadra azzurra per pochi mesi nella sciagurata stagione 1997/98 che culminò con la retrocessione in Serie B e con un continuo avvicendarsi di ben quattro mister in panchina. In quel Napoli c’era anche Allegri, centrocampista 30enne ormai nel pieno della maturità calcistica. Galeone, che dell’attuale mister della Juve è il mentore, a Radio Kiss Kiss svela: “Col tempo è diventato un allenatore di successo. Ma già si vedeva che aveva le doti giuste per riuscirci. Il Napoli lo cercò prima dell’arrivo di Rafa Benitez. fu vicino agli azzurri e questa cosa ve la posso confermare. Ci fu un incontro tra De Laurentiis e lo stesso Allegri in un ristorante di Milano. Lo so perché pure io ero presente. Sono tre anni ormai che si dice che deve andare via dalla Juventus. E puntualmente da tre anni non è così”.

LEGGI ANCHE –> Cristiano Ronaldo, squalifica in arrivo dalla UEFA dopo Juve Atletico

Allegri, come sarebbe diverso il Napoli con lui per gioco

In tutto ciò, la storia recente del Napoli ha rischiato di essere molto diversa da quella attuale. Non si conoscono i motivi per i quali questo contatto confermato da Galeone non si sia poi trasformato in un qualcosa di effettivamente concreto. Fatto sta che con Allegri sulla panchina azzurra, non avremmo visto la squadra così come la conosciamo oggi. Che ha una filosofia di gioco tutta sua e che tanto piace ai tifosi anche di altre compagini per il suo modo di esprimersi in campo. Poi è tutto da verificare anche se Allegri fosse stato in grado di portare dei trofei e magari lo scudetto. Ad ogni modo oggi la squadra può vantare in panchina la prestigiosa presenza di Carlo Ancelotti. E questo è il viatico per un futuro da protagonisti, già a partire dalla prossima stagione.