Home Napoli News Napoli, che sofferenza col Salisburgo: Meret la nota positiva

Napoli, che sofferenza col Salisburgo: Meret la nota positiva

CONDIVIDI

 Il Napoli passa il turno di Europa League riuscendo alla fine ad aver ragione del Salisburgo. Ma la partita non è stata del tutto soddisfacente, con Alex Meret sopra le righe e poco altro 

SPAL-Napoli Meret
Alex Meret ©Getty Images

Il Napoli riesce a passare il turno contro il Salisburgo, ma quanta sofferenza! La rete di Milik al quarto d’ora è stata salvifica per gli azzurri, che forti anche del risultato dell’andata sono riusciti a blindare un passaggio del turno altrimenti messo a dura prova da una prestazione non all’altezza della situazione. Una partita anonima, senza personalità, un campanello d’allarme importante che deve suonare nella testa di Ancelotti e dei suoi uomini. Tutti dietro la linea, la paura di perdere e di non passare il turno, un atteggiamento che vista la differenza di valori in campo non era sicuramente quello giusto. Su tutti però spicca un calciatore in particolare che si è tenuto fuori dalla mediocrità generale e ha portato a casa un giudizio da applausi. Parliamo di Alex Meret, giovane portiere friulano sempre più importanti nei meccanismi del Napoli ancelottiano. 

Alex Meret, contro il Salisburgo un’altra prestazione importante

Nazionale Meret
Alex Meret © Getty Images

“A me basta che un portiere pari”, ha detto Ancelotti alla sua presentazione. E questo Alex Meret riesce a farlo molto bene. Pochi interventi davvero di rilievo nella sfida di ritorno, ma nell’arco dei 180 minuti la sua prestazione è assolutamente sopra le righe. Segno che il 22enne portiere friulano sta crescendo giorno dopo giorno e sta trovando anche la personalità per caricarsi sulle spalle una squadra così importante. Un predestinato, che finalmente sta avendo l’occasione per dimostrare il suo valore. E lo sta facendo alla grandissima, con un pensierino importante anche alla Nazionale: Donnarumma è sicuramente più avanti, ma giocando così Meret può prendersi il suo spazio e giocarsi anche un posto da titolare.