Home Napoli News Jorginho, l’agente: “Vogliamo la finale di Europa League con il Napoli”

Jorginho, l’agente: “Vogliamo la finale di Europa League con il Napoli”

CONDIVIDI

L’agente di Jorginho, Joao Santos, durante un’intervista ha parlato anche della speranza che ci possa essere una finale di Europa League Chelsea-Napoli. 

Arrivato a Napoli nel 2014, Jorginho ebbe un inizio per niente facile con il Napoli, schierato nei due di centrocampo nel 4-2-3-1 di Benitez, ruolo in cui rendeva male. L’anno dopo però, con Maurizio Sarri allenatore, Jorginho ebbe la definitiva esplosione, e ha disputato 3 stagioni ad altissimo livello, prima di essere ceduto al Chelsea per una cifra che si aggira attorno ai 65 milioni di euro, proprio per raggiungere il suo mentore Sarri. Adesso, sia il Napoli che il suo Chelsea si trovano ai quarti di finale di Europa League, e se le cose dovessero andare bene per entrambe, potrebbero ritrovarsi faccia a faccia nella finale di Baku.

Jorginho, l’agente: “Vogliamo la finale di Europa League con il Napoli”

Fulham-Chelsea
Jorginho, gol al Fulham ©Getty Images

Intervistato in esclusiva dai colleghi di CalcioNapoli24, l’agente di Jorginho, Joao Santos, tra i vari argomenti ha parlato anche di un eventuale finale Chelsea-Napoli: “L’Europa League è un obiettivo molto importante, bisogna giocare i quarti contro lo Sparta Praga. Poi se va tutto bene si andrà in finale, speriamo che possa esserci una finale con il Napoli. Quando si ha a che fare con uno stile di gioco nuovo, c’è bisogno di tempo per fare le cose nel miglior modo possibile. Dobbiamo aspettare soltanto il futuro, perché il calcio inglese è sicuramente molto bello”.

SARRI – “Il primo anno in Premier League è sempre difficile, speriamo che la prossima stagione possa essere migliore. Bisogna alzare il livello del gioco ed anche Jorginho vuole farlo, dobbiamo soltanto aspettare la giusta quadratura tattica e tecnica.”

NAPOLI –Napoli è stata una città importante per Jorginho, tutti lo sanno, il calciatore ama questa città e non smetterà mai di tifarla”.