Home Rubriche Calciomercato Napoli, futuro Ancelotti: rinnovo vicino con funzioni da manager

Calciomercato Napoli, futuro Ancelotti: rinnovo vicino con funzioni da manager

CONDIVIDI
Liverpool-Milan Ancelotti
Carlo Ancelotti © Getty Images

A fine stagione Carlo Ancelotti discuterà con il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, circa il suo futuro sulla panchina della squadra azzurra. 

“Vorrei Ancelotti a vita a Napoli…alla Ferguson”, queste le dichiarazioni pronunciate dal presidente Aurelio De Laurentiis ai microfoni di Sky Sport. Il numero uno della società partenopea vorrebbe blindare così il tecnico emiliano ancora per tanti anni e, come svelato dall’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, Carlo Ancelotti potrebbe avere anche più responsabilità sul mercato con compiti da manager all’inglese. Nei giorni scorsi lo stesso allenatore del Napoli aveva svelato la sua voglia di continuare la sua avventura partenopea: “Sono stato al Milan otto anni, adesso voglio battere questo record con il Napoli. Il Napoli negli ultimi dodici anni ha fatto dei passi da gigante, tra le prime squadre d’Europa, questa squadra è molto vicina a raggiungere un risultato sportivo importante. È una società sana, che ha un progetto chiaro, investe in base a quello che ricava”.

Le strade tra Ancelotti e De Laurentiis potrebbero continuare ancora insieme per diverse stagioni. Ora l’obiettivo per gli azzurri resta quello della finale di Europa League, in programma a Baku mercoledì 29 maggio. Prima, però, il Napoli proverà a superare l’ostacolo Arsenal nella doppia sfida ai quarti che si preannuncia avvincente per gli azzurri (andata l’11 aprile, ritorno il 18).

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Calciomercato Napoli, rinnovo fino al 2024

Come riportato dall’edizione odierna de “Il Mattino”, infine, Carlo Ancelotti e il presidente De Laurentiis hanno già imbastito diversi colloqui per quanto riguarda il futuro dell’allenatore emiliano, pronto a prolungare il suo accordo con il club partenopeo fino al 2024. Ancora due mesi, poi si penserà concretamente al futuro prossimo con diverse operazioni di mercato già programmate di comune accordo.