Insigne-Napoli, strappo ricucito ma non è finita: ecco cosa serve ora

Insigne-Napoli – Pace fatta tra il club ed il calciatore, ma ancora non è finita: resta da risanare il rapporto con la tifoseria.

Insigne-Napoli
Lorenzo Insigne in Napoli-Genoa ©Getty Images

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Secondo quanto riferito da Sky Sport, tra il Napoli e Lorenzo Insigne il rapporto sarebbe stato ricucito. Filtra ottimismo per il futuro dall’incontro avvenuto in casa Ancelotti tra il tecnico, il presidente ed il calciatore accompagnato da Mino Raiola, suo agente. Per ora non ci sarebbe alcun rinnovo in vista, si prosegue dunque con il contratto valido fino al 2022, ma pare sia stata strappata una ‘mezza promessa’ dalla dirigenza azzurra, quella di un adeguamento in futuro. E’ stata così allontanata, d’un colpo, l’ipotesi di un addio del forte attaccante a fine stagione. Il cammino dello scugnizzo può proseguire in quella che è la sua città e tra quella che è la sua gente, ma c’è ancora un altro passo da fare prima di tornare ad essere leader e trascinatore del suo gruppo.

LEGGI ANCHE —> Calciomercato Napoli, Diawara verso l’addio: le opzioni

Insigne-Napoli, serve la pace con i tifosi

Insigne deve riconquistare i suoi tifosi, deve mettere da parte i rancori e provare a stabilire, stavolta magari in maniera definitiva, un rapporto duraturo con il pubblico e con la critica. Prima di tornare in campo con la fascia da capitano al braccio dovrà trovare il modo per perdonare chi lo ha ferito e farsi perdonare da chi invece si aspettava una diversa maturità da parte sua. Sarà poi il tempo a creare di nuovo un legame forte tra le parti, ma intanto un ulteriore step verso la pace definitiva è quello che più serve in momenti come questo. Dopo la pace con la società, serve quella con i tifosi e chissà che il San Paolo non voglia regalargli un momento speciale, per consacrare un nuovo inizio, nel finale di stagione.