Calciomercato Napoli, Koulibaly resta: “Non c’è cifra che tenga”

0
19

Kalidou Koulibaly è cresciuto tantissimo nei suoi anni vissuti al Napoli, ed anche con Ancelotti i miglioramenti sono stati evidenti. Ora incombe il mercato.

Kalidou Koulibaly Getty Images

Nel calciomercato Napoli c’è curiosità per come andranno le cose questa estate. Saranno diversi gli affari che coinvolgeranno il club di Aurelio De Laurentiis, in entrata ma anche in uscita. Tra gli azzurri destinati a fare le valige però non dovrebbe esserci Kalidou Koulibaly. Il centrale senegalese riveste il ruolo di punto fermo all’interno dello scacchiere tattico del Napoli ed anche dello spogliatoio ormai da diverse stagioni. Ed a nulla dovrebbero valere le offerte consistenti che giungeranno negli uffici di Castel Volturno. La filosofia del club azzurro è quella di non indebolire l’organico e di non procedere con delle cessioni se non in caso di richiesta esplicita da parte dei giocatori direttamente interessati. Koulibaly ha più volte affermato di trovarsi molto bene al Napoli, ed allo stesso modo Ancelotti e la dirigenza hanno fatto capire che il calciatore è ritenuto assolutamente incedibile. Le grandi d’Europa sono molto interessate a lui, ma come riportato anche dall’edizione odierna del quotidiano ‘Il Mattino’, nel caso di Koulibaly non c’è offerta che tenga.

Koulibaly, non sei il solo: anche Callejon è incedibile

E blindare i top players azzurri – con Kalidou in prima fila in questo senso – sarà anche un segnale forte per far capire come le ambizioni del Napoli continueranno sempre a restare elevatissime. Nel novero dei riconfermati dovrebbe esserci poi anche Josè Maria Callejon. Lo spagnolo è in scadenza a giugno del 2020 e nonostante i suoi 32 anni ha sempre mostrato una eccezionale integrità fisica. Ma sono tante altre le qualità portate in dote dall’ex attaccante del Real Madrid e che dovrebbero valergli una riconferma al Napoli sempre più sicura. Dalla duttilità tattica alle grandi doti tecniche, fino al suo ruolo di senatore del gruppo. Callejon, come già avvenuto con Benitez e Sarri, è stato capace di stregare Ancelotti e di assurgersi ancora una volta ad elemento imprescindibile dell’undici titolare.