Home Calciomercato Napoli - Ultimi Scoop di mercato Callejon, si lavora al rinnovo: a breve l’incontro con l’agente

Callejon, si lavora al rinnovo: a breve l’incontro con l’agente

Callejon rinnovo incontro – La dirigenza al lavoro per prolungare la permanenza dello spagnolo nel club. A breve l’incontro con l’agente.

Callejon rinnovo incontro
Callejon in Napoli-Torino © Getty Images

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Il campionato è ormai agli sgoccioli, e così anche la stagione del Napoli. E per Carlo Ancelotti è questo il tempo di tirare le somme per progettare il futuro su basi più solide e resistenti di quanto non siano state quelle della passata annata. Si ripartirà dai capisaldi del gruppo, i cosiddetti ‘senatori’, quelli che in squadra gioano da tanti anni e ne sono le colonne portanti. Come Kalidou Koulibaly, come Allan (che sembra non sia più in partenza), ma anche come Josè Callejon, il vice capitano della squadra ed elemento imprescindibile per Ancelotti come per Sarri e per Benitez prima ancora. Negli anni il calciatore è maturato, ed ora che ha 32 anni per lui l’avventura azzurra potrebbe avere ancora poco da dire, ma non c’è alcuna fretta di cederlo. Pare infatti che la dirigenza abbia intenzione di rinnovargli il contratto.

LEGGI ANCHE —> Napoli-Veretout, c’è l’accordo: ecco la richiesta della Fiorentina

Callejon rinnovo incontro, Ancelotti punta ancora su di lui

Secondo quanto riferito dal Corriere del Mezzogiorno in edicola, entro una decina di giorni potrebbe avvenire l’incontro con Quilon, agente di Callejon, per discutere le condizioni di un eventuale rinnovo. L’attuale contratto che lega l’esterno ex Real Madrid al Napoli ha infatti scadenza nel 2020. Il che significa che la società azzurra rischia di perdere il calciatore a parametro zero entro la prossima estate. Non sarà invece così se dovesse arrivare la firma su un nuovo contratto, con scadenza inoltrata di un ulteriore anno magari. Nonostante l’età che avanza, dunque, Ancelotti vuole puntare ancora sull’esperienza e la duttilità dello spagnolo, che si conferma sempre più elemento indispensabile per la squadra, presente in tutte le competizioni e quasi in tutte le gare praticamente da quando è arrivato nel 2013.