Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Napoli, notizie del 21 maggio: dal rinnovo di Mertens al furto del...

Napoli, notizie del 21 maggio: dal rinnovo di Mertens al furto del San Paolo

La Juve prosegue il casting per il nuovo allenatore e in ballo ci sono tanti nomi. Da Sarri ad Inzaghi passando per Mourinho, Zidane, Pochettino e Pep Guardiola, che però si è già tolto dal mercato. Decisione finale entro i primi di giugno.

Una nuova Super-Champions, sì, ma nessuna rivoluzione. Lo ha spiegato il presidente Figc Gabriele Gravina, che ha tracciato un profilo di quello che dovrebbe essere il nuovo torneo continentale. No alle partite nel weekend e criteri ancora meritocratici.

Europa sì, ma solo in caso di Champions. Il Milan è pronto a dare battaglia alla Uefa per la questione Fair Play Finanziario, ma solo se arriverà il quarto posto. In caso contrario, se fosse Europa League, i rossoneri sarebbero pronti a rinunciare. Per la gioia del Torino, che prenderebbe il loro posto.

Lo sport perde un suo personaggio storico: si è spento in una clinica svizzera Niki Lauda, pilota Ferrari e tre volte campione del Mondo. Niki Lauda, 70 anni, era considerato fra i migliori della storia della Formula 1.

Ultime notizie Napoli, dai due squalificati azzurri per la sfida di Bologna e alle parole del padre di Mertens

Due turni di stop per Vincenzo Montella, espulso in Parma-Fiorentina, che guarderà lo scontro salvezza col Genoa dalla tribuna. Fra gli altri una giornata di squalifica anche agli azzurri Allan e Koulibaly.

Lavori ai bagni del San Paolo appena terminati e c’è già chi si mette a far danni. Sono stati rubati da ignoti dei faretti led nei bagni della Curva A nel corso di Napoli-Inter. La notizia, data dal sito SpazioNapoli, è stata confermata anche dall’assessore Borriello.

Dries Mertens vuole restare al Napoli. Lo ha confermato suo padre Herman a Radio CRC: “Vuole restare almeno un altro anno – ha detto Mertens senior – a breve discuterà del rinnovo con De Laurentiis“. E poi una chicca sul suo futuro: “Vorrebbe fare l’allenatore, magari in Belgio”.