Home Calciomercato Napoli Addio Hysaj, l’agente: “Farà nuove esperienze. Non voleva offendere il Napoli”

Addio Hysaj, l’agente: “Farà nuove esperienze. Non voleva offendere il Napoli”

CONDIVIDI

Addio Hysaj – L’agente del calciatore, Mario Giuffredi, ha parlato in diretta radiofonica del futuro dell’albanese, che sembra ad un passo dall’addio.

Addio Hysaj
Elseid Hysaj ©Getty Images

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Nelle ultime ore sono emerse diverse indiscrezioni che vogliono sempre più vicino l’addio di Elseid Hysaj con il Napoli. Il terzino piace a diversi club, anche di grande rilievo come Atletico Madrid e Juventus. A parlare del futuro del calciatore è stato, a Radio Crc, il suo agente Mario Giuffredi, che ha parlato prima della situazione relativa a Jordan Veretout, altro suo assistito: “A me non risulta che ci sia già il sì della Fiorentina per Veretout al Napoli. Manca un direttore sportivo, non saprei con chi confrontarmi. A Firenze siamo in alto mare, finché non si avranno ulteriori chiarimenti. Non ho la sicurezza che rimanga Montella. L’unico certo sarà Antognoni, con un ruolo ancora da capire. Su Veretout ci sono tante squadre, 4-5 importanti italiane ed estere. Roma e Arsenal? Non mi piace fare nomi. Manca un interlocutore della Fiorentina, lì vedremo se poi il Napoli si farà avanti per chiudere”.

LEGGI ANCHE —> Braida spaventa i napoletani: “Ancelotti trionferà a Napoli, ma poi…”

Addio Hysaj, Giuffredi: “Elseid è stato sincero, tiene alla città”

Hysaj-Atletico Madrid? L’offerta è molto bassa e non rispecchia il valore di un calciatore. E’ stata inferiore ai 25 milioni, comunque. Quanto vale? Non mi sostituisco al club, il Napoli fissa il prezzo. Quando si parla dell’Atletico come fai a dire di no. Magari Elseid vuole anche provare un’esperienza all’estero, dopo una carriera in Italia. Il ragazzo si è espresso con sincerità, non voleva offendere la piazza con le sue dichiarazione. E’ arrivato il momento che faccia esperienze nuove, senza sminuire il Napoli e il non aver vinto trofei qui. Lui è un ragazzo che ci tiene molto alla città di Napoli, lo deve agli azzurri per quello che è diventato. Una chiamata di Sarri alla Juve? Perché non dovrebbe andare? E’ un professionista. La parola traditore non l’accetto nel calcio, tutti sono professionisti e fanno ciò che ritengono giusto per la loro carriera. La Juve è la società più importante di Italia, Sarri all’epoca ha solo difeso i colori del Napoli. Questo non vuol dire escludere il proprio futuro lì. Due anni fa’ la Juventus mi chiese Hysaj, ma lui fu riconoscente, restando a Napoli nella speranza di vincere lo scudetto qui”.

Giuffredi Su Mario Rui: “

“Veretotut insieme ad Allan? Può giocare, certo. Jordan ha grande qualità, segna tanto e tira anche i calci piazzati. Lui è un velocista, uno scattista, ma io sono di parte. Gli ultimi tre mesi della Fiorentina non fanno testo, Jordan è uno dei migliori in Europa. Ha quantità, qualità e tanto altro: merita una big”. Giuffredi ha fatto il punto della situazione anche su Mario Rui: “E’ un altro calciatore che sta vivendo un ambiente ostile, quindi se c’è la possibilità di cambiare aria, lo faremo”. Poi su Sepe, Ndoi e Grassi: “C’è il Parma che lo rivuole, vedremo cosa se ne farà. Ndoi? Non rientra nei piani del Napoli, deve farsi un anno di Serie A e crescere con calma. Grassi? Lui, con Conti e Caldara devono andare a Lourdes (ride ndr). Sono stati molto sfortunati, ma non vuol dire che chi viene dall’Atalanta ha problemi”.