Home Rubriche DITELO VOI – Juve-Napoli, Santo Crea: “Tifosi straordinari!”

DITELO VOI – Juve-Napoli, Santo Crea: “Tifosi straordinari!”

Juve-Napoli ha lasciato uno strascico doloroso, con l’errore di Koulibaly, ma i tifosi hanno vinto comunque. L’opinione di un nostro lettore

Un finale inglorioso dopo una rimonta epica. Juve-Napoli di quest’anno resterà nella memoria di tutti come la più grande beffa degli ultimi anni, con l’autogol di Koulibaly che ha tramortito prima del fischio finale una squadra e soprattutto una tifoseria che ci stava credendo. Tutti ormai convinti di raccogliere una grande impresa fino a quella svirgolata che ha lasciato nello sconforto tutti i sostenitori della maglia azzurra. Ma sugli spalti gli spettatori presenti hanno vinto comunque, almeno quelli di fede partenopea, che sono riusciti a farsi sentire anche in uno stadio ostile, che sul 3-0 cantava i loro stessi cori per prenderli in giro. Ci racconta le emozioni della partita un nostro lettore, Santo Crea, che a quei tifosi ha voluto riservare un sentito ringraziamento: “Grazie a tutti quei meravigliosi Tifosi del Napoli che ieri sera, durante la partita, hanno continuamente sorretto con cori meravigliosi sia con ”O’ surdato nnamurato” e sia con ”Un giorno all’improvviso” la squadra e portarla ad un momentaneo pareggio del 3-3, fino a zittire anche gli juventini che ci prendevano in giro. Purtroppo con un’autorete si è perso, ma rimarrà, soprattutto, nel cuore di tutti i tifosi presenti nello stadio la tremarella di quei meravigliosi momenti. Forza Napoli… Sempre!”.

Un pensiero a chi a Torino c’era, ha sofferto con la squadra e insieme alla squadra ha fatto partire quella rincorsa partita col gol di Manolas, proseguita con la prodezza del Chucky Lozano, uno che si profila come un colpo da sogno per il calciomercato Napoli, e culminata con il tocco sottoporta di Di Lorenzo. Juve-Napoli da 3-0 a 3-3, qualcosa che allo Stadium non si era mai visto prima. Peccato che sia finita così, ma nella memoria di chiunque abbia assistito alla partita resterà il grande coraggio degli azzurri e il grande trasporto di quegli eroi sugli spalti.