Home Rubriche Napoli e Verdi, un amore mai nato: tra luci ed ombre, Simone...

Napoli e Verdi, un amore mai nato: tra luci ed ombre, Simone riparte dal Torino

Napoli, Verdi lascia gli azzurri per unirsi al Torino, dopo un’estate intera di corteggiamento. Un anno dopo, la storia d’amore con il Napoli è già alle spalle…

Simone Verdi al Torino
Simone Verdi al Torino (Getty Images)

C’eravamo tanto amati. Anzi, no, non proprio. Simone Verdi ed il Napoli, un rapporto mai realmente decollato, tra prestazioni opache, problemini fisici e difficoltà di ambientamento. Già dall’arrivo, qualcuno accolse con freddezza l’acquisto dell’ex Bologna. Evidentemente, quel rifiuto nel gennaio del 2018 piacque poco a gran parte della tifoseria, che da allora lo ha sempre guardato con un po’ di distacco e di scetticismo.

E poi c’è stato il rapporto con Carlo Ancelotti. Un rapporto strano e mai decollato, con il tecnico emiliano che ha spesso faticato nel ritagliargli un ruolo adatto alle sue caratteristiche. Quarto a sinistra, uomo dietro la punta, in coppia con un altro attaccante: Verdi non è mai riuscito a replicare la strabiliante stagione 2017-2018 disputata con la maglia del Bologna. E dopo un anno, ha aperto inevitabilmente ai dubbi su una sua eventuale permanenza.

Napoli, Verdi al Torino fa tutti contenti: eppure, resta l’amaro…

Così, il suo passaggio (più che travagliato) al Torino rappresenta la soluzione perfetta per tutti. Per lo stesso Simone Verdi, che adesso in granata potrà (ri)trovare un ambiente adatto alle sue caratteristiche. Per Walter Mazzarri, che pesca dal suo Napoli per quell’esterno offensivo tanto agognato durante l’estate. Per De Laurentiis, che nonostante un’annata anonima, riesce a rifarsi dell’investimento compiuto l’anno scorso.

Eppure, resta l’amaro. Ventiquattro partite, quattro gol e tre assist: un magro bottino per un calciatore con caratteristiche tecniche uniche e che potenzialmente avrebbe potuto dare tanto al Napoli. Resta l’amaro per un calciatore che è stato anche sfortunato, tra mille acciacchi e qualche stop fisico prolungato. Resta l’amaro per un talento cristallino come Verdi che fallisce il suo primo appuntamento con una big.