Home Rubriche A MENTE FREDDA – Napoli-Sampdoria, quante note liete per Ancelotti!

A MENTE FREDDA – Napoli-Sampdoria, quante note liete per Ancelotti!

Napoli-Sampdoria, quante note liete per Ancelotti: dalla panchina, al giovane Elmas, passando per il solito Dries Mertens

Carlo Ancelotti (Getty Images)
Carlo Ancelotti (Getty Images)
Il Napoli alza subito la testa dopo la sconfitta di Torino e vince una splendida partita contro la Sampdoria. Protagonista straordinario dell’incontro è stato il belga Mertens, autore di due reti e di una traversa che grida ancora vendetta.
I punti salienti della gara sono stati certamente il grande talento del portiere Meret, la bontà tecnica del centrocampo azzurro, la qualità enorme della panchina partenopea e le potenzialità tecnico-tattiche del fronte d’attacco azzurro.
Per quanto riguarda il giovane portiere azzurro, ieri ha confermato ancora una volta di essere un numero uno di altissimo livello. Ha salvato in due occasioni la sua porta da situazioni di gioco estremamente complicate facendolo assurgere a vero e proprio protagonista assoluto dell’incontro. Se continua così può ambire tranquillamente alla porta della Nazionale italiana.
Per quanto riguarda il centrocampo azzurro bisogna sottolineare che vi è un giusto mix tra talento e produttività. Buona la prova di Callejon che riesce a farsi rispettare anche in quella zona del campo, andando anche in un paio di occasioni vicino alla rete. Bravo Fabian Ruiz che organizza la mediana napoletano con la solita maestria ed eleganza. Positivo Zielinski che riesce a giocare tra le linee con successo. Da registrare la prova del giovane Elmas, calciatore di propulsione e di copertura, che gioca con una padronanza tale da sembrare già un veterano. Sarà utilissimo nel prosieguo della stagione.

Napoli, elogio alla panchina: quante alternative per Ancelotti

Grande risalto va dato anche alla panchina azzurra. Si ha la netta impressione che chiunque subentri possa dare un contributo davvero prezioso. La panchina lunga può diventare il vero punto di forza del Napoli di Ancelotti. Altro motivo di grande soddisfazione sono le varianti tecniche che può avere il reparto avanzato. Mertens e Insigne sono delle sicurezze in termini di pericolosità e capacità realizzativa. In particolare il belga è destinato a superare (si spera) il record di marcature di Hamsik già in questa stagione. Younes è un giocatore di spessore con giocate sempre molto intelligenti. Sarà fondamentale in alcuni frangenti della stagioni. Llorente è il centravanti d’area che mancava ein alcune partite potrebbe partire titolare, sia in coppia con Mertens che con Insigne. Quindi il Napoli già dalle prime battute si preannuncia un protagonista assoluto di questo campionato, con una sua fisionomia già definita, seppur siamo soltanto all’inizio.

A cura di Ferdinando Guma