Il prossimo avversario del Napoli: come gioca e tutte le curiosità sul Genk

0
83

Il prossimo avversario del Napoli nella seconda giornata di Champions League sarà il Genk. La squadra belga sta vivendo un inizio di stagione non facile.

Dopo la prestigiosa vittoria al debutto contro i Campioni d’Europa in carica del Liverpool, il prossimo avversario del Napoli nella seconda giornata della fase a gironi di Champions League sarà il Genk. La squadra belga sta vivendo un inizio di stagione non facile e alla prima ha subito una pesante sconfitta per 6-2 contro il Salisburgo.

Genk (Getty Images)

Male in campionato e in Champions: già 4 sconfitte in 10 partite

Il Genk ha cambiato molto rispetto alla scorsa stagione, quando si era laureato Campione di Belgio per la quarta volta negli ultimi 22 anni, a partire dall’allenatore: in panchina infatti al posto di Philippe Clement c’è Felice Mazzù. I risultati però finora non sono molto incoraggianti dato che il Genk, oltre alla pesante sconfitta incassata al debutto in Champions League, ha già perso anche tre delle prime nove partite in campionato, vincendone altre tre. Nell’ultima gara invece è arrivato un rocambolesco 3-3 contro il VV Suint-Truiden. Attualmente il Genk occupa il sesto posto, seppure solo a -3 dal Gent capolista.

Una fabbrica di talenti: da Koulibaly a Milinkovic-Savic

Negli ultimi anni peraltro il Genk ha sfornato tanti giocatori che ancora oggi brillano in giro per l’Europa con altre maglie. Uno di questi è Kalidou Koulibaly, muro del Napoli che lo acquistò dal Genk per soli 5 milioni di euro nell’estate del 2014 e grande ex della gara di mercoledì.  Koulibaly però, come detto, non è il solo top player passato dal Genk: tra gli altri vanno ricordati il portiere Courtois, Kevin De Bruyne e anche Sergej Milinkovic-Savic, oggi stella della Lazio oltre che pezzo pregiato del calciomercato.

Come gioca il Genk: la stella è il bomber Samatta

Mazzù schiera spesso il Genk con un 4-2-3-1 che diventa rapidamente un 4-5-1 in fase difensiva. In estate i belgi hanno perso pezzi pregiati come il difensore Aidoo, l’esterno Trossard e quel Malinovskyi che oggi gioca proprio in Serie A con la maglia dell’Atalanta. Al suo posto è arrivato Hrosovsky che fa coppia a centrocampo con Berge. Il miglior giocatore della squadra è però sicuramente Mbwana Samatta, bomber tanzaniano già autore di 6 gol in questa stagione.

Genk (4-2-3-1): Coucke; Maehle, Dewaest, Lucumi, Uronen; Berge, Hrosovsky; Ito, Heynen, Ndongala; Samatta.