Home Napoli News Salisburgo, il DS Freund: “Napoli? Abbiamo già dimostrato di poterli battere”

Salisburgo, il DS Freund: “Napoli? Abbiamo già dimostrato di poterli battere”

CONDIVIDI

Salisburgo-Napoli, ci avviciniamo al match con le parole di Cristoph Freund, che lancia il guanto di sfida ad Ancelotti: “L’anno scorso abbiamo già dimostrato di poterli battere”

Salisburgo (Getty Images)
Salisburgo (Getty Images)

Il Napoli si avvicina alla super-sfida di Champions contro il Salisburgo, un club giovane e ben attrezzato, che nei propri talenti annida il potenziale stesso della propria squadra. Un club che vuole tranquillamente giocarsi la qualificazione, a spese di una big tra la formazione di Carlo Ancelotti ed il Liverpool di Klopp. E in diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Cristoph Freund, direttore sportivo del Salisburgo, che ha presentato così il match contro gli azzurri.

“La nostra filosofia è quella di giocare in maniera vincente, sia in ambito nazionale che internazionale, concentrandoci particolarmente sui giocatori più giovani. Proviamo sempre a portarli qui al Red Bull Salisburgo, migliorarli e metterli nelle condizioni di compiere un altro step importante nella loro carriera, andando a giocare in campionati più blasonati quando saranno pronti. E’ qualcosa che ha funzionato abbastanza bene negli ultimi anni.

I tanti talenti della nostra squadra? Non abbiamo segreti, se non il duro lavoro. Un punto molto interessante per la nostra società è quello di acclarare la nostra idea di calcio. Vogliamo lavorare con i migliori giovani talenti in giro per il mondo e guardiamo sempre con interesse ai giocatori tra i 18 e i 22 anni.

La Champions? Abbiamo iniziato bene, mostrando cose importanti. Anche a Liverpool, seppur perdendo 4-3. I prossimi due match contro il Napoli saranno davvero tosti. Affronteremo ancora una volta una delle migliori squadre in Europa, con grandi calciatori e un grande allenatore. L’anno scorso abbiamo dimostrato che possiamo batterli, soprattutto in casa, giocando con forza e intensità. Avremo bisogno di giocare due match di grande impatto per superarli”.