Home Rubriche Le campane in Serie B: Benevento travolto, Juve Stabia penultima

Le campane in Serie B: Benevento travolto, Juve Stabia penultima

Benevento travolto a Pescara, pareggio beffa per la Salernitana, Juve Stabia che torna al penultimo posto: il punto sulla Campania in Serie B

Addio fuga, anzi il Benevento incappa in una sconfitta clamorosa che aprirà sicuramente un’enorme riflessione sulla tenuta a lunga scadenza dei giallorossi sanniti. Quella che era di gran lunga la difesa meno battuta della B ne prende ben 4 a Pescara, al termine di una prestazione sconcertante, in balia dei non irresistibili abruzzesi per tutta la gara. L’unica azione degna di nota è di Viola, nel primo tempo, poi è il Pescara a cercare la via del gol, senza successo per tutto il primo tempo. Ma appena rientrati in campo salta il freno a mano ed è show pescarese.

Dopo un minuto di gioco capitan Memushaj scambia nello stretto con Machin e solo davanti al portiere fa 1-0, poi è lo stesso Machin a raccogliere un cross dalla destra e a raddoppiare di testa, con un Montipò rivedibilissimo. Reazione beneventana, stacco di Coda e Bettella salva sulla linea, gli stregoni ci credono e alzano il baricentro, ma forse troppo. Minuto 76, Machin recupera palla a metà campo e solissimo si invola verso Montipò. 3-0 e discorso chiuso. Il rigore di Maniero nel finale serve solo a dare al punteggio connotati umilianti, 4-0 e Benevento che si fa raggiungere in vetta dal Crotone.

Serie B, pari-beffa per la Salernitana: col Perugia finisce 1-1

Kiyine Salernitana Serie B
Sofian Kiyine (Getty Images)

Una beffa difficile da digerire, per la Salernitana, che già pregustava l’aggancio al secondo posto a -1 dal Benevento. Invece nei minuti di recupero arriva un pareggio che toglie 4 punti ai granata in una sfida che in chiave playoff ne valeva 6. Parte forte il Perugia, che sfiora il gol da centrocampo con Di Chiara, poi al quarto d’ora è Iemmello ad impegnare Micai con un bel tiro dal limite.

Salernitana velleitaria e sempre lontanissima dalla porta avversaria, ma nella ripresa la gara si infiamma dopo 10 minuti. Kiyine si infila in area, Dragomir lo stende ed è rigore che lo stesso Kiyine trasforma. 1-0 che dà la scossa alle due squadre, che a turno vanno vicine al gol. Lopez dà l’illusione del raddoppio ai granata campani ma nel finale arriva la beffa. Splendida incursione personale di Rosi sulla destra, scarico per Buonaiuto che trova un diagonale perfetto per il pareggio finale. Nulla di fatto, Salernitana e Perugia che salgono a 15 punti, ancora in quota playoff ma che occasione sprecata per Ventura.

Juve Stabia sconfitta a La Spezia: Caserta torna al penultimo posto

Un atteggiamento sbagliato nell’approccio alla gara. Questo, secondo mister Caserta, il motivo principale che ha costretto la Juve Stabia a fermare la sua serie positiva a due vittorie consecutive e a cedere 2-0 al Picco di La Spezia, contro una squadra che invece stava attraversando un momento tutt’altro che felice. Ma agli uomini di Italiano basta giocare una gara composta, senza grossi sussulti, per portare a casa una vittoria preziosissima. Decidono due reti, una per tempo. La prima porta la firma di Bidaoui, al 18mo minuto: l’attaccante marocchino ha la palla giusta e la piazza nell’angolino basso, nulla può il portiere Russo. Nella ripresa è Capradossi con un bel colpo di testa a trovare il raddoppio per i liguri e chiudere di fatto i giochi, con una Juve Stabia incapace di reagire e anzi che chiude in 10 dopo l’espulsione di Germoni. Lo Spezia sale a 10 punti mentre lo Stabia si ritrova penultimo a quota 7: ora alle spalle delle vespe gialloblu c’è solo il Trapani, a un solo punto di distanza.