Home Napoli News Fabio Cannavaro campione: il suo Guangzhou vince lo scudetto cinese

Fabio Cannavaro campione: il suo Guangzhou vince lo scudetto cinese

Fabio Cannavaro ha vinto il campionato della Cina: scudetto cinese per il Guangzhou dopo l’ultima vittoria 

Un successo attesissimo, alla fine arriva la grande soddisfazione per Fabio Cannavaro. L’ex difensore del Napoli e della Nazionale italiana ha vinto lo scudetto cinese dopo una lunga rincorsa, vincendo la sfida di campionato alla 30ma giornata contro lo Shanghai Shenhua per 3-0. Una vittoria attesissima per il Guangzhou, per una festa che è un’autentica liberazione per Cannavaro dopo i problemi incontrati nei mesi scorsi. A decidere la sfida di Canton sono stati i gol di Wei Shihao, Park Ji-Soo ed Elkeson, dando al Guangzhou la vittoria del campionato all’ultima giornata. Ben 72 punti per la squadra dell’allenatore napoletano, 70 per il Beijing Gouan. Scudetto al fotofinish con soli due punti di distacco, una grande soddisfazione per l’ex campione del Mondo, per suo fratello ed ex capitano azzurro Paolo Cannavaro e per il suo collaboratore Ciccio Troise.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, Fabio Cannavaro difende Insigne con una dichiarazione “da napoletano”

Fabio Cannavaro, prima dello scudetto: i problemi col Guangzhou

Cannavaro Guangzhou campione Cina
Fabio Cannavaro (Getty Images)

Ora è arrivato lo scudetto cinese, ma nei mesi scorsi c’erano stati non pochi problemi per Fabio Cannavaro. Un mese fa l’ex difensore azzurro era stato protagonista di una situazione surreale, venendo “congelato” nella sua posizione di allenatore. L’Evergrande aveva deciso di mandarlo a studiare management cinese per metterlo sotto pressione, di fatto esautorandolo dalla carica. Una situazione inverosimile, che lo aveva messo in seria difficoltà e aveva portato le parti sull’orlo di una causa legale. Alla fine la situazione è rientrata, Cannavaro ha ripreso il timone della squadra e ha condotto la squadra alla vittoria di uno scudetto tutt’altro che scontato: è un titolo abbastanza sorprendente dal momento che la nuova politica del club punta sui giovani cinesi e non più su campioni stranieri.