Home Calciomercato Napoli Cavani al Napoli: gli incastri per un possibile ritorno di fiamma

Cavani al Napoli: gli incastri per un possibile ritorno di fiamma

CONDIVIDI

Cavani al Napoli e la storia di un ritorno che stavolta sembra possibile. De Laurentiis pensa al colpo che farebbe impazzire la piazza.

Cavani al Napoli, ci risiamo. Dopo l’illusione collettiva dell’estate 2018 e qualche timido abboccamento qualche mese fa, adesso il clamoroso ritorno del Matador sembra poter tornare di moda. E se ritorno sarà, molto dipenderà da Mauro Icardi e Arek Milik: il primo infatti ha rubato il posto a Cavani al centro dell’attacco del PSG, il secondo invece continua a non dare le rassicurazioni fisiche necessarie al Napoli per puntare con decisione su di lui.

Cavani in panchina
Cavani (Getty Images)

Cavani al Napoli: perché il ritorno è possibile

Il contratto di Cavani col PSG peraltro scadrà a giugno quando, a meno di ulteriori colpi di scena, all’età di 33 anni la sua avventura francese si chiuderà ufficialmente. D’altronde il club parigino già la scorsa estate si è di fatto assicurato l’erede di Cavani approfittando della rottura tra l’Inter e Mauro Icardi, altro attaccante cercato a lungo dal Napoli già dopo la cessione di Higuain alla Juventus. In questo inizio di stagione l’argentino è diventato il titolare inamovibile anche a causa di alcuni problemi fisici accusati da Cavani, che però al suo rientro è troppo spesso finito in panchina. Segno che il PSG non punta più sul Matador per il futuro. Napoli invece non ha ancora dimenticato Cavani e lo stesso De Laurentiis non ha mai chiuso le porte a un suo ritorno, a patto ovviamente che il Matador accetti di ridursi sensibilmente l’ingaggio rispetto a quanto percepisce attualmente a Parigi.

LEGGI ANCHE – Quando torna Milik

Anche perché, come dimostra il recente corteggiamento a Ibrahimovic, nonostante l’abbondanza in attacco il Napoli cerca un grande giocatore nel ruolo di prima punta. Il motivo sta nelle precarie condizioni fisiche di Arek Milik che, dopo la doppia rottura del crociato, in questa stagione è frenato da un fastidioso problema all’adduttore. Se da qui a gennaio il polacco non fornirà le necessarie garanzie, insomma, De Laurentiis potrebbe pensare seriamente a un grande colpo e il nome di Cavani sarebbe uno di quelli in grado di risvegliare la passione di una piazza disamorata per i recenti risultati, oltre che per le troppe polemiche delle ultime settimane.