Home Calciomercato Napoli Esonero Ancelotti, da Reja a Zeman: le idee “pazze” per il Napoli

Esonero Ancelotti, da Reja a Zeman: le idee “pazze” per il Napoli

I tifosi del Napoli sembrano invocare nuovamente a gran voce l’esonero di Ancelotti dopo il KO di ieri contro il Bologna. In caso di clamoroso addio non mancherebbero le soluzioni d’emergenza. 

Il Napoli di Carlo Ancelotti non sa proprio più vincere. La serata casalinga di ieri contro il Bologna ha messo a nudo ancora una volta tutti i difetti e le problematiche di un gruppo che non decolla e che vive uno dei momenti peggiori dell’intera era De Laurentiis. Il pareggio in Champions League contro il Liverpool aveva riportato il sorriso in casa azzurra dopo le vicende dell’ammutinamento dal ritiro, ma si è trattato di una gioia breve ed effimera che aveva evidentemente illuso oltremodo la truppa partenopea. L’ennesimo stop di un Napoli che si allontana sempre di più dalle posizioni Champions mette inevitabilmente in discussione anche la posizione dello stesso Ancelotti, non più del tutto immune dall’ipotesi esonero. Il futuro dell’ex manager del Real Madrid è quindi sempre più in bilico.

Napoli, esonero Ancelotti: da Reja a Zeman, le pazze idee per la panchina

Il risultato del campo come per ogni allenatore fa la differenza, e Carlo Ancelotti non fa chiaramente eccezione, motivo per cui vista la situazione delicata e il KO inaspettato di ieri non è da escludere del tutto una clamorosa separazione. Ipotesi remota ma non troppo, che mai come in questa situazione sembra poter prender corpo con eventuali prossimi passi falsi. Ma chi sulla panchina del Napoli in caso di esonero di Ancelotti? Diversi i nomi di prestigio in giro per l’Europa, che però appaiono più come profili spendibili per giugno quando ci sarà da ricostruire con calma un nuovo progetto. Largo quindi ora alle idee ‘folli’.

LEGGI ANCHE->>>> Esonero Ancelotti, l’accusa ai calciatori: domani si decide il futuro

Il primo potrebbe essere Edy Reja, ex allenatore del Napoli dalla grandissima esperienza che conosce l’ambiente azzurro e il patron De Laurentiis. Un vero e proprio traghettatore stimato anche dalla piazza che potrebbe semplicemente portare a termine la stagione azzurra. Un profilo non troppo differente da quello di Zeman, altro ex di esperienza, che non allena però dalla sua ultima esperienza a Pescara e che applica un metodo di gioco forse troppo unico nel suo genere per subentrare a giochi fatti. Più giovani e fresche invece le idee di Gennaro Gattuso, uomo di grande carattere che potrebbe dare una scossa emotiva ad un gruppo apparentemente alla deriva.