Home Calciomercato Napoli Esonero Ancelotti, retroscena De Laurentiis: ha già incassato due ‘no’

Esonero Ancelotti, retroscena De Laurentiis: ha già incassato due ‘no’

CONDIVIDI

La panchina di Ancelotti appare sempre più in bilico ed indirizzata verso un esonero ora non più impensabile. Allegri e Spalletti avrebbero già rifiutato la chiamata di De Laurentiis. 

Vincere contro il Genk ora potrebbe non bastare più. Nel fine settimana contro l’Udinese è arrivato l’ennesimo passo falso di una stagione maledetta per il Napoli di Carlo Ancelotti che ora rischia davvero l’esonero. Il passaggio del turno infatti potrebbe anche non essere sufficiente anche se la sfida di domani rimane ugualmente fondamentale per il futuro del tecnico e del suo staff, con immediati riflessi sul calciomercato del Napoli. Siamo infatti giunti alla resa dei conti definitiva come sottolineato anche dall’edizione odierna de ‘Il Mattino’ che lancia un’indiscrezione piuttosto clamorosa sul futuro della guida tecnica azzurra, ormai più vicina all’addio che alla riconferma. Stando a quanto sottolineato dal quotidiano campano infatti De Laurentiis avrebbe già mosso i primi passi con due importanti tecnici per la sostituzione di Ancelotti.

Calciomercato Napoli, esonero Ancelotti: contattati Allegri e Spalletti

Ieri De Laurentiis avrebbe addirittura effettuato una doppia telefonata: la prima ad Massimiliano Allegri e la seconda a Luciano Spalletti. Nessuno dei due tecnici ha dato la propria disponibilità, almeno per il momento. Doppio ‘no’ di prestigio quindi per l’immediato anche se ad ogni modo la strategia presidenziale potrebbe prevedere la chiusura della stagione con Ancelotti per poi ripartire con maggiore tranquillità alla fine dell’anno.

LEGGI ANCHE->>>> Le dimissioni di Ancelotti sarebbero un moto di dignità

In caso di clamorosi cataclismi ed eventuale cambio in corsa vanno sempre monitorati i profili di traghettatori come Reja e soprattutto Gennaro Gattuso, conteso anche dalla Fiorentina che potrebbe separarsi da Vincenzo Montella. Per giugno invece tra i candidati potrebbe tornare in auge Gasperini, condottiero dell’Atalanta dei miracoli che ha stupito soprattutto lo scorso anno, e che in questa stagione sta vivendo il sogno Champions League.