Home Napoli News Non c’è solo Demme: il Napoli scopre il vero Lobotka

Non c’è solo Demme: il Napoli scopre il vero Lobotka

CONDIVIDI

Una delle note più liete nella vittoria contro il Torino è la prestazione del centrocampista slovacco. Il Napoli scopre il vero Lobotka.

Il Napoli, stretto tra l’impegno di Champions contro il Barcellona e la semifinale di Coppa Italia contro l’Inter, centra una preziosa vittoria in campionato battendo il Torino al termine di una prestazione più che convincente. Le note più liete per Gattuso arrivano però soprattutto da quegli uomini che nelle ultime settimane erano stati meno utilizzati.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli-Torino 2-1: la vittoria della difesa

Il Napoli scopre Lobotka: un uomo d’ordine in mezzo al campo

Lobotka Napoli Torino
Lobotka in Napoli-Torino (Getty Images)

Tra i migliori infatti spicca sicuramente Stanislav Lobotka. Il centrocampista slovacco, inseguito per settimane a gennaio e individuato come primo rinforzo per il reparto, finora aveva trovato pochissimo spazio giocando da titolare solo contro Sampdoria e Lecce senza mai brillare. Stasera invece Lobotka ha dimostrato tutte le qualità per cui il Napoli ha investito su di lui circa 20 milioni di euro. Pur senza il furore agonistico di Demme, lo slovacco ha assicurato equilibrio in mezzo al campo senza sbagliare quasi mai tempi e modi della giocata. Un uomo d’ordine di assoluto livello che da qui a fine stagione potrà tornare molto utile a Gattuso sia in campionato che nelle coppe.

Gattuso allarga la rosa: Hysaj c’è, si rivede Allan

Hysaj Napoli Torino
Hysaj titolare contro il Torino (Getty Images)

Uno dei meriti maggiori del tecnico calabrese è sicuramente quello di avere recuperato alcuni giocatori che sembravano ormai fuori dal progetto. Gli esempi più evidenti sono Maksimovic e Hysaj: il primo nelle ultime settimane, anche a causa della lunga assenza di Koulibaly, è diventato a tutti gli effetti un titolare. Il secondo invece è ormai la prima alternativa su entrambe le fasce dimostrando di essere un elemento assolutamente affidabile sia dal punto di vista fisico che tecnico. Contro il Torino inoltre Gattuso ha rilanciato Milik e Politano che, pur senza brillare, hanno offerto il loro contributo alla causa così come Allan. Il brasiliano, neppure convocato contro la Lazio in Coppa Italia per scelta tecnica, non gioca titolare da metà gennaio ma il tecnico sa bene che da qui a fine stagione ci sarà bisogno anche di lui e così a 10′ dalla fine lo ha gettato nella mischia: ’”Si sta impegnando ed io non porto rancore, ho dimenticato tutto. Io per i miei giocatori sono disposto ad andare in cima ad una montagna, ma devono allenarsi come dico io”.