Home Rubriche Meteore – Bruno Uvini al Napoli: dal San Paolo al San Paolo

Meteore – Bruno Uvini al Napoli: dal San Paolo al San Paolo

CONDIVIDI

Meteore al Napoli – Il provino col Tottenham, la sfida a Messi, il debutto in Europa League e l’addio senza rimpianti: la storia di Bruno Uvini.

Insieme a tanti nomi che hanno scritto la storia del Napoli ce ne sono altri che a stento vengono ricordati dai tifosi. Un classico esempio in tal senso è quello di Bruno Uvini, possente difensore brasiliano arrivato sul Golfo nell’estate 2012 la cui esperienza in Italia è stata a dir poco deludente se non fallimentare. Uvini infatti indosserà la maglia del Napoli appena due volte prima di una serie di prestiti e della cessione a titolo definitivo al Twente tre anni più tardi.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Michu, campione solo di sfortuna

La storia di Uvini: dal provino col Tottenham alla sfida contro Messi

Bruno Uvini Neymar
Bruno Uvini con Neymar (Getty Images)

Classe 1991, Uvini si fa notare nel San Paolo (di Brasile) grazie a cui conquista addirittura la chiamata in Nazionale. Debutterà allo scadere dell’amichevole contro la Danimarca sempre nel 2012 dopo aver vinto da titolare sia il Mondiale Under 20 che il Sudamericano. Il 6 giugno gioca l’amichevole persa dal Brasile contro l’Argentina di Messi per 4-3 prima di partecipare a Londra 2012 con l’Olimpica, arrivando fino alla finale di Wembley dove i verdeoro vengono sconfitti dal Messico.

Pochi mesi prima peraltro Bruno Uvini aveva già sfiorato il trasferimento in Europa: a febbraio infatti il Tottenham lo acquista in prestito con l’opzione di riscatto fissata a poco meno di 4 milioni di euro. Dopo un periodo di prova però rientrerà in Brasile ed è lì che arriva la chiamata del Napoli dove si trasferisce stavolta a titolo definitivo.

Uvini al Napoli: due presenze, il prestito al Siena e l’addio

Bruno Uvini debutto Napoli
Bruno Uvini al ‘debutto col Napoli (Getty Images)

L’altro San Paolo, quello di Napoli, non poterà altrettanto bene a Bruno Uvini che per il debutto deve aspettare il 6 dicembre 2012 contro il PSV in Europa League. Gli azzurri sono già qualificati e incassano una pesante sconfitta per 1-3 contro la squadra del futuro idolo Mertens. A gennaio 2013 quindi Uvini viene girato in prestito al Siena per fare esperienza ma anche qui non troverà spazio.

Rientrato alla base Bruno Uvini debutta finalmente in campionato il 2 novembre 2014 subentrando al posto dell’infortunato Mesto contro il Catania. Stavolta il Napoli vince ma Uvini tornerà stabilmente a scaldare la panchina fino al marzo 2014, quando rientra in Brasile nelle file del Santos. Tornato a Napoli nel gennaio 2015, sei mesi dopo viene ceduto definitivamente al Twente con cui colleziona 33 presenze in una sola stagione. Il tutto prima di trasferirsi in Arabia per giocare nell’Al Nassr. Attualmente il difensore brasiliano, oggi 29enne, gioca nella massima divisione qatariota con l’Al-Wakrah. Da San Paolo al ‘San Paolo’ senza lasciare traccia.