Home Rubriche Ripresa campionato, leghe minori a rischio: stagione conclusa?

Ripresa campionato, leghe minori a rischio: stagione conclusa?

CONDIVIDI

Ripresa campionato, se la Serie A fatica a trovare misure adatte per le serie minori la situazione è critica. Stop anticipato impossibile da evitare?

Oreste Vigorito, presidente Benevento (Getty Images)

Se la ripresa del calcio italiano per la Serie A sembra difficoltosa, in Serie B la situazione è critica, il rigido protocollo potrebbe non essere attuabile dalla maggior parte delle società della serie cadetta che quindi andrebbe incontro ad uno stop del campionato. La soluzione per determinare eventuali promozioni e retrocessioni quindi potrebbe essere presa sulla scia delle recenti disposizioni proposte dal consiglio di Lega Pro riguardante il campionato di Serie C, nello specifico dando la promozione matematica alle prime tre classificate e promuovendo la quarta che avrebbe disputato i play off in base al merito ( miglior media punti/partite giocate). Mentre per le retrocessioni che in Serie C sarebbero bloccate, in Serie B si potrebbe aprire un piccolo caso. E se si attuasse in Serie B anche questo fattore? Chi sarebbe promosso e chi sarebbe retrocesso?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Coronavirus in Serie A: sei positivi alla Fiorentina

Ripresa campionato, chi sale e chi scende in B in caso di stop definitivo

FROSINONE IN SERIE A – Il regolamento della Serie B prevede che la prima e la seconda classificata salgano direttamente in Serie A, mentre la terza promossa viene definita mediante la disputa di playoff, che si giocano se fra la terza e la quarta non ci sono più di 14 punti di distacco, fra le sei squadre arrivate in classifica dal 3° all’8° posto. I play off che si sarebbero disputati non avrebbero preso in considerazione quindi le prime due della classe: in serie A sarebbero promosse direttamente Benevento(69) e Crotone(49). La terza promossa secondo questo ragionamento sarebbe il Frosinone(47) con 1,68 media punti al netto di 28 partite giocate

VENEZIA SALVO GRAZIE ALLA PARTITA IN PIU’ GIOCATA – I playout prevendono invece che a scendere di categoria siano le tre squadre ultime classificate, con la quarta che viene individuata da due gare, di andata e ritorno, fra la quart’ultima e la quint’ultima se non hanno più di quattro punti di distacco. In questo caso retrocede direttamente anche la quartultima classifica, senza la disputa dei playout. In caso di parità dopo i 180′ il regolamento ricalca quello della finale playoff. Il meccanismo delle retrocessioni in Legapro prenderebbe in esame la retrocessione diretta per Livorno (18) Cosenza (24) e Trapani (25). Sarebbe molto discussa quindi l’ultima retrocessione in serie C poichè a contendersi l’ultimo posto disponibile per il passaggio di categoria ci sarebbero Cremonese e Venezia. A retrocedere potrebbe essere la Cremonese(30) che al netto di 27 partite giocate ha la media più bassa (1,11) rispetto al Venezia (32) che ha una media più alta 1,14 ma con 28 partite giocate.