Home Napoli News Napoli, Osimhen positivo al Covid-19: slitta il rientro in campo

Napoli, Osimhen positivo al Covid-19: slitta il rientro in campo

CONDIVIDI

Osimhen è risultato positivo al Coronavirus: lo comunica il Napoli dopo aver ricevuto l’esito del tampone del calciatore di rientro dal Belgio.

Non c’è pace per Victor Osimhen, il quale ha sostenuto negli ultimi giorni le terapie in Belgio per curare la lussazione alla spalla. L’attaccante del Napoli non gioca una partita ufficiale da novembre, e il suo rientro continua a slittare.

Di fatto, sarebbe dovuto tornare in campo con la maglia azzurra tra il 6 e il 10 gennaio, tuttavia dovrà pazientare ancora un po’. Osimhen, rientrato in Italia, ha effettuato il tampone ed è risultato positivo al Covid. Fortunatamente il calciatore non ha sintomi e non ha incontrato nessun compagno di squadra. Di seguito il comunicato del Napoli:

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, il pagellone del 2020: Gattuso e Insigne luci, rinascita Lozano

Napoli, quando è previsto il rientro di Osimhen

osimhen infortunio tempi recupero
Victor Osimhen (GettyImages)

Purtroppo, non esiste un tempo certo per guarire dal Coronavirus. La convalescenza varia dai 7 ai 14 giorni. L’attaccante del Napoli risulta asintomatico, fortunatamente, ma il virus potrebbe causare un grosso ritardo di condizione. Infatti, Elseid Hysaj, anch’egli risultato positivo a novembre, è tornato disponibile al 100% solo nell’ultimo match del 2020.

Dunque, Osimhen salterà, com’era già previsto, la trasferta di Cagliari. Si spera che Victor possa guarire quanto prima, ma difficilmente sarà convocabile per le gare contro lo Spezia e l’Udinese. Il calciatore resterà in isolamento domiciliare, ma per circa 10 giorni non si potrà allenare con la squadra. A forte rischio la sua presenza anche la gara di Supercoppa contro la Juventus, la quale sarebbe stata la sua prima contro i bianconeri.

Si prospetta un gennaio difficile per il Napoli, che avrà da gestire il reparto offensivo senza il suo attaccante titolare. Gli azzurri dovranno giocare 8 gare in 31 giorni e la prima notizia dell’anno non è di certo positiva.