Napoli, senza Koulibaly c’è grande differenza: i numeri della difesa azzurra

0
38

E’ un altro Napoli senza Kalidou Koulibaly e non lo scopriamo certo oggi: i numeri della difesa azzurra senza il proprio leader.

calciomercato napoli koulibaly
Kalidou Koulibaly  (Gettyimages)

Quattro partite, quattro finali. Il Napoli si appresta a giocare il rush finale della stagione 2020-21, con ancora tre posti disponibili per qualificarsi in Champions League senza il suo miglior difensore, il leader indiscusso del reparto: Kalidou Koulibaly.

Il difensore senegalese si è fermato in allenamento a causa di un infortunio muscolare, e rischia seriamente di aver terminato la stagione anzitempo. I numeri degli azzurri senza il #26 in campo non sono molto incoraggianti e questo non fa che preoccupare i tifosi, speranzosi di poter chiudere l’anno con il ritorno in Champions. Tra infortuni e squalifiche, Koulibaly ha saltato 10 partite del Napoli: solo in un’occasione la difesa è uscita indenne.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Spezia-Napoli, recuperato un azzurro: ballottaggi e probabili formazioni

Napoli, la difesa balla senza Koulibaly: 18 gol subiti in 10 partite

napoli koulibaly
Napoli senza Koulibaly si sente la differenza (Gettyimages)

Nella scorsa giornata di campionato, Kalidou è stato il calciatore che ha effettuato più recuperi (21) tra gli altri colleghi di Serie A. Da quando è tornato a disposizione dopo aver contratto il Covid, l’intera squadra ne ha trovato benefici, grazie alla sua esperienza e alle sue immense qualità. Non a caso, il suo futuro è messo in discussione e in estate potrebbe lasciare definitivamente l’Italia dopo 7 anni.

Koulibaly è una pedina fondamentale per il Napoli e i numeri lo confermano. Ha una media punti a partita di 2.04, mentre quella generale dell’intero team è poco inferiore: 1.97 a match. Inoltre, nelle dieci partite saltate tra Coronavirus, infortuni o squalifiche, gli azzurri hanno incassato 18 gol complessivi in tutte le competizioni, e in una sola occasione il Napoli ha mantenuto la porta inviolata: contro la Juventus al Diego Armando Maradona.

Spezia, Udinese, Fiorentina e Verona sono gli ultimi ostacoli da superare, ma l’assenza di Koulibaly rischia di farsi sentire più del previsto.