Europei in salita per l’Italia: c’è il Belgio di Mertens

0
114

Europei in salita per l’Italia nonostante il primo posto nel girone, dopo il Belgio sulla strada degli Azzurri potrebbe esserci la Francia.

E così alla fine tutto è andato come doveva andare, con un epilogo se vogliamo anche un po’ paradossale. L’Italia ha vinto il suo girone, ha battuto l’Austria e ora trova sulla strada il Belgio e probabilmente la Francia, se dovesse riuscire a passare il turno, mentre dall’altro lato del tabellone il quarto di finale sarà Danimarca-Repubblica Ceca.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Itaia-Austria, Insigne e Di Lorenzo non brillano

Europei in salita per l’Italia: meglio arrivare secondi?

In pratica, arrivando secondi nel girone, i ragazzi del CT Mancini avrebbero beccato i danesi agli ottavi, i cechi ai quarti e poi in proiezione una fra Germania e Inghilterra in semifinale. Insomma, la fortuna non sorride certo agli Azzurri, ma poco male: in fondo se si vuole alzare il trofeo bisogna dimostrare di poter battere tutti e quindi ben venga il Belgio di Roberto Martinez, primo nel ranking FIFA e fra i favoriti per la vittoria finale. In casa belga resta un grosso punto interrogativo sulle condizioni di De Bruyne e di Eden Hazard, i due leader tecnici della squadra, usciti entrambi malconci dalla sfida con il Portogallo. Le loro condizioni verranno valutate nelle prossime ore ma in ogni caso non saranno sicuramente al meglio contro l’Italia.

italia austria rigori
Italia-Austria, Insigne fuori dai possibili rigoristi (GettyImages)

Mertens cerca il riscatto contro Insigne

Le soluzioni ai Diavoli Rossi comunque non mancano di certo. In avanti ad esempio potrebbe esserci una chance per Dries Mertens, che finora è stato una delle delusioni di questo Europeo. Subentrato negli ottavi proprio al posto di De Bruyne, ‘Ciro’ ha decisamente deluso non riuscendo mai ad accendersi nonostante gli spazi lasciati in contropiede dal Portogallo. Contro la “sua” Italia probabilmente l’occasione per riscattarsi, anche se i suoi amici Insigne e Di Lorenzo, ovviamente, sperano proprio che non sia così. Loro, a meno di clamorosi colpi di scena, in campo ci saranno sicuramente.