La calda estate di Fabian Ruiz: tra Europei, mercato e Olimpiadi

0
161

Fabian Ruiz non dimenticherà l’estate 2021: dagli Europei alla mancata convocazione per le Olimpiadi, senza dimenticare il mercato.

Fabian Ruiz Sampdoria Napoli Olimpiadi
Fabian Ruiz Napoli (Getty Images)

Questa in corso poteva tranquillamente essere l’estate di Fabian Ruiz, della sua definitiva consacrazione a livello internazionale con la maglia della Spagna agli Europei, ma i fatti ci stanno raccontando una storia completamente diversa. Le ‘Furie Rosse’ si sono qualificate per i quarti di finale contro la Svizzera, ma l’apporto del classe 1996 è stato davvero minimo: tre presenze collezionate e tutte da subentrato, compresa l’ultima nel pirotecnico incontro vinto ai tempi supplementari con la Croazia. A Siviglia contro la Slovacchia, invece, è rimasto in panchina per tutti i novanta minuti.

Per Fabian Ruiz è lecito sperare in un finale di torneo dal sapore diverso, magari con un gettone da titolare per cancellare l’amarezza relativa alla mancata qualificazione per il torneo di calcio ai Giochi Olimpici di Tokyo: il commissario tecnico Luis de la Fuente ha chiamato 22 giocatori per la rassegna nipponica lasciando a casa, tra gli altri, proprio il centrocampista del Napoli. Dovranno sostenere una fatica supplementare i vari Unai Simon, Pau Torres, Eric Garcia, Pedri, Dani Olmo e Mikel Oyarzabal, già impegnati in questi Europei itineranti agli ordini di Luis Enrique.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Koulibaly e il ‘solito’ addio al Napoli: si ripete la telenovela estiva

Niente Olimpiadi per Fabian Ruiz: il mercato è un’incognita

I giocatori del Napoli, Fabian Ruiz compreso, non avevano ricevuto il benestare per partecipare alle Olimpiadi con le rispettive nazionali da Aurelio De Laurentiis, la cui richiesta economica spaventa le pretendenti per l’ex Betis: secondo quanto riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’, il patron partenopeo non si accontenterà di una cifra inferiore ai 65 milioni di euro, considerata eccessiva anche da Real Madrid, Atletico e Barcellona. A queste condizioni è improbabile che Fabian Ruiz saluti l’Italia, nonostante non siano stati ancora fatti dei passi in avanti per il rinnovo del contratto in scadenza nel 2023.