Spalletti ha giocato il jolly: il Napoli non segnava così da una vita

0
261

Il Napoli si è imposto sull’Udinese sfruttando una delle sue doti in questo inizio di stagione: le reti su palla inattiva. Un dato dimostra come siano il jolly della squadra di Spalletti.

Spalletti in Udinese-Napoli
Luciano Spalletti, Udinese-Napoli (Getty Images)

Il Napoli di Luciano Spalletti ha superato l’insidia Udinese, vincendo alla quarta di campionato sul terreno di gioco dei friulani. Sebbene sia ancora presto per i giudizi e per tirare eventuali somme, è inevitabile notare la tenuta mentale e tecnica della formazione azzurra. C’è un lavoro certosino dietro i risultati che la formazione sta raggiungendo e la dimostrazione è arrivata proprio contro i bianconeri: il Napoli si è imposto con un poker e due delle reti segnate sono arrivate seguendo uno schema su palla inattiva.

I gol su palla inattiva: il nuovo jolly del Napoli di Spalletti

Koulibaly, Anguissa e Osimhen in Udinese-Napoli
Koulibaly, Osimhen e Anguissa in Udinese-Napoli (Getty Images)

Il secondo gol è chiaramente uno schema su palla inattiva provato e studiato durante la settimana: da metà campo Insigne e Politano sul punto di battuta della punizione. Il capitano serve Fabian leggermente avanzato sulla destra, che cambia gioco crossando per Koulibaly sotto porta, il quale a sua volta cerca la rete e trova Rrahmani pronto a insaccare di testa. È gol.

LEGGI ANCHE >>> Udinese-Napoli 0-4: azzurri in vetta alla classifica, il tabellino del match

La terza rete è una schema su calcio d’angolo: batte Politano che serve corto per Insigne, il quale scambia nuovamente col numero 21, che crossa in area. Sotto porta c’è la deviazione dell’Udinese su tentativo di Fabian. Un retropassaggio che trova Koulibaly solo, al quale resta l’opzione più vantaggiosa: tirare a rete. Una bomba che fa esplodere di gioia.

Il dato è importante poiché prova tangibile della coralità acquisita del Napoli, ma anche di quanto possa arricchire e favorire avere degli assi nella manica da fermo per agevolare la vittoria: ben 5 delle 12 reti stagionali del Napoli sono giunte da palla inattiva. Decisamente un’arma in più per scalare la classifica.