Sampdoria-Napoli, le novità di formazione: Spalletti studia la sorpresa

0
265

Luciano Spalletti prepara la formazione ideale per affrontare a Marassi la Sampdoria. Possibile un innesto a sorpresa dall’inizio

Luciano Spalletti pensieroso
Luciano Spalletti (Getty Images)

Una stagione lunga, per la quale servirà il contribuito di tutti. Ne è consapevole Luciano Spalletti, che per la sfida di stasera contro la Sampdoria sta studiando la formazione migliore da presentare a Marassi. Migliore, certo, ma al tempo stesso in grado di inserirsi all’interno di quel ragionamento legato all’alternarsi delle forze in campo. Magari non un vero e proprio turnover, ma l’allenatore azzurro di sicuro valuterà al meglio quelle che potranno essere le soluzioni ideali anche in vista dei prossimi tre match contro Cagliari, Spartak Mosca e Fiorentina.

Già contro l’Udinese un paio di scelte sono state prese in tal senso, come l’innesto di Rrahmani al posto di Manolas (non ancora al massimo della condizione) o anche Elmas dal primo minuto, per dare fiato ad un Piotr Zielinski alla ricerca della forma migliore. Difficile pensare che Spalletti confermi tutti gli undici scesi in campo alla Dacia Arena, e quindi anche qualche sorpresa potrebbe palesarsi all’orizzonte.

LEGGI ANCHE >>> Da Vialli a Petagna: gli affari di mercato (im)possibili fra Samp e Napoli

Spalletti studia le novità ed una sorpresa

Luciano Spalletti abbraccia Lozano
Luciano Spalletti e Lozano (Getty Images)

Già tra i pali, ad esempio, un ballottaggio si è aperto in automatico con il recupero di Alex Meret. Ospina dovrebbe essere confermato, ma occhio a quello che potrebbe essere il ritorno del campione d’Europa tra i pali. La difesa dovrebbe essere confermata, anche se la vera sorpresa potrebbe palesarsi a sinistra: Mario Rui le ha giocate praticamente tutte (tranne contro il Leicester) e proprio per questo potrebbe trovare spazio l’idea Juan Jesus dall’inizio, anche per dare minuti nelle gambe dal primo minuto all’ex Roma.

A centrocampo Anguissa e Fabiàn sembrano davvero inamovibili, ed il ritorno di Zielinski dal primo minuto andrebbe a completare la trequarti insieme a Lozano ed Insigne. Osimhen pare assolutamente insostituibile in questo momento, con Petagna che aspetta la sua opportunità per partire dall’inizio. Già da stasera? Difficile, ma non impossibile anche in vista di quelli che saranno ancora tre match in una settimana dopo quello di stasera a Marassi.