Napoli sorridi: 3 motivi per cui il Barcellona può essere buon sorteggio

0
919

La sorte ha deciso, anche oggi, un sorteggio tra i peggiori possibili. L’urna di Nyon, precisa come un orologio svizzero, ha “regalato” nuovamente un avversario impegnativo al Napoli: il Barcellona.

Napoli Barcellona in Champions League
(Getty Images)

Nulla di nuovo dall’urna di Nyon: il Napoli non è una squadra destinata ad avere sorteggi semplici, tutt’altro. Gli azzurri, anche in questa campagna europea, superano i gironi per poi ritrovarsi contro un avversario di quelli “da evitare”. Ma lì dove non arriva la fortuna, può giungere l’impegno.

Anche stavolta il sorteggio di Europa League non è stato per niente clemente con gli azzurri: Spalletti pesca il Barcellona, probabilmente la squadra peggiore del roster, sicuramente la più blasonata. Una sfida affascinante che ha più di un motivo per essere presa dal lato positivo, come ha fatto su Twitter uno spavaldissimo De Laurentiis.

LEGGI ANCHE >>> Il difficile febbraio degli azzurri

I motivi per cui il Barcellona può essere un buon sorteggio

Barcellona in campo
(Getty Images)

Se si vuole realmente vincere una competizione, bisogna essere pronti ad affrontare qualsiasi avversario, anche quelli più pericolosi, fin dalle prime battute. E questa non è necessariamente una brutta notizia per gli azzurri, che nelle più difficili notti europee hanno sempre mostrato grande applicazione.

I grandi palcoscenici hanno spesso fatto bene alla squadra, ed il presidente sembra consapevole di ciò. La prima motivazione per pensare positivo in vista dell’incontro è proprio questa: la voglia di competere ad alti livelli (motivo per cui l’obiettivo stagionale è ritornare in Champions League).

Inoltre, non esiste momento migliore per affrontare la compagine blaugrana. Ottava in campionato, e retrocessa in Europa League dopo un girone in cui ha messo a segno la bellezza di due reti, il Barcellona pare ben lontano dal riprendersi. Questa è la seconda motivazione da tenere a mente.

Un’ultima, grande motivazione: gli azzurri possono scrivere la storia

Barcellona in campo
(Getty Images)

Il gruppo guidato da Xavi si presenta al sorteggio dopo 2 sconfitte ed un pari nel mese di dicembre. Completano il quadro 2 goal segnati e ben 6 subiti. Un biglietto da visita che può far sorridere il Napoli, e, almeno questa volta, non per l’amarezza!

Quasi vent’anni dopo, dalla stagione 2003/04 in cui la società spagnola ha attraversato un grande momento di incertezza, gli spagnoli tornano in “Coppa Uefa”. Il Napoli non ha mai sconfitto il Barcellona, e questa è la terza, grande motivazione per superare il turno: scrivere la storia.

La squadra vista in campo fino a qualche settimana può riuscire a superare questo turno. Il Barcellona non sarà mai un avversario semplice da sconfiggere, ma gli azzurri avranno due mesi per trovare la migliore forma ed affrontare un avversario alla portata.