Juan Jesus festeggia il record: le parole su ADL e Spalletti

0
449

Juan Jesus fra immagini e parole festeggia il record: messaggi bellissimi per il presidente e per Luciano Spalletti, da sempre suo grande estimatore.

Juan Jesus fa 200. Una numero di presenze che testimonia quanto il difensore sia da tempo cercato dagli allenatori, e da Luciano Spalletti su tutti. Inter, Roma, ora una esperienza al Napoli in cui il centrale è letteralmente rinato.

Juan Jesus
Juan Jesus (LaPresse)

E’ stato il tecnico a credere in lui, in un momento che lo stesso Juan Jesus ha raccontato come un “periodo difficile”. Al Napoli lo hanno cercato, atteso e rilanciato, incassando sempre un grande risposta in campo. Proprio contro la Roma, squadra in cui il brasiliano ha militato per 5 stagioni, è arrivata la presenza numero 200 in Serie A.

In 10 anni il centrale di Belo Horizonte ha calcato palcoscenici importanti, è stato guidato da tecnici di grande spessore ed ha stretto la mano a storici presidenti. Fra i suoi ringraziamenti però, postati in un lungo messaggio accompagnato dalle immagini su Instagram, c’è un pensiero speciale per Aurelio De Laurentiis.

Oltre al presidente il calciatore ha rivolto parole al miele per Luciano Spalletti, allenatore che anche nei momenti delicati di Juan Jesus ha sempre creduto in lui, così tanto da inserirlo sempre nella lista degli acquisti e da dare al calciatore una motivazione in più per alzare il livello delle prestazioni.

Juan Jesus: che affetto per Spalletti e De Laurentiis

juan jesus
Juan Jesus esulta con i compagni (LaPresse)

Duecento presenze, tre gol, una sola espulsione. Juan Jesus è stato sempre un elemento prezioso per i tecnici che lo hanno allenato. Lui ha voluto tracciare le tappe fondamentali della sua carriera, dall’Inter fino al Napoli. In un lungo post ha dichiarato di aver lasciato l’anima nelle squadre in cui ha giocato.

Ha rivolto un pensiero affettuoso a Zanetti e Totti, suoi compagni, a Walter Sabatini, considerato “un uomo vero” e a Moratti, che per il difensore è un “vero signore”. Poi ha raccontato i suoi soprannomi, quelli degli inizi all’Inter, passando per la maglia giallorossa e poi la casacca del Napoli. “Sono passato da Jay Jay, poi a Jj Lupo, fino a Jamm Ja – scrive – conoscendo e apprezzando posti e culture diverse”.

Un ringraziamento di cuore però va a chi lo ha fortemente voluto al Napoli. “Ringrazio De Laurentiis per la fiducia – osserva sulla sua pagina Instagram – e non dimenticherò mai che Napoli e Spalletti hanno creduto in me in un momento non semplice. Grazie”. Infine un video con le sue giocate migliori. Dagli esordi all’Inter, passando per le giocate in giallorosso e infine con la casacca del Napoli. Si chiude così la clip, con una esultanza che Juan Jesus vuole ancora ripetere. “Questo campionato voglio viverlo fino alla fine”, ha dichiarato, per dare fiducia all’ambiente e sognare la rimonta scudetto.