Napoli, la sensazione è chiara: il crollo di Empoli lo ricorda tanto

0
311

Il Napoli, con la rimonta subita ad Empoli, mostra la parte più fragile di sè. I problemi della squadra diventano chiari ed evidenti a tutti. 

La sensazione è che ormai da anni il Napoli si trascini dietro un problema abbastanza evidente che andrebbe al più presto risolto. La rimonta dell’Empoli, avvenuta in soli 8 minuti, ha dimostrato quanto questa squadra sia perseguitata dalle pressioni e che, nei momenti di difficoltà, stenti ad uscirne a testa alta.

Victor Osimhen Napoli
L’attaccante del Napoli Victor Osimhen durante Napoli-Fiorentina (LaPresse)

Conseguenza diretta di tutto ciò è stato il ritiro punitivo imposto da De Laurentiis, decisione presa di comune accordo con Spalletti per lanciare un chiaro segnale alla squadra. La rincorsa allo scudetto è ormai svanita ma rimane fondamentale mantenere salda la concentrazione per blindare il terzo posto, insidiato dalla Juventus.

Napoli, l’origine delle incertezze

Elmas in contrasto con giocatori della Fiorentina
Eljif Elmas in contrasto con dei calciatori della Fiorentina (LaPresse)

Sembra incredibile come ogni volta il Napoli riesca a mancare l’appuntamento fondamentale, la partita decisiva che vale le sorti di una stagione. L’unica e sola spiegazione sembra essere quella di una squadra ancora priva della giusta mentalità, incapace di mostrare tutto il proprio valore. La domanda che sorge spontanea è da dove sono iniziate queste incertezze ? Il pensiero va inevitabilmente alla partita del Franchi contro la Fiorentina nella stagione 2017/2018. In quell’occasione i partenopei erano chiamati ad ottenere una vittoria per mantenere viva la rincorsa scudetto alla Juventus, che precedentemente aveva trionfato all’ultimo minuto contro l’Inter. Il Napoli, guidato da Sarri, cade clamorosamente contro i viola trascinati da uno straripante Simeone, autore di una tripletta. Gli azzurri diranno così addio al sogno scudetto rimanendo a -4 lunghezze dai rivali bianconeri. Nelle successive 3 ed ultime giornate la classifica non cambia ed il Napoli perde così una delle più grandi occasioni della sua storia recente.

Rimpianti azzurri

E così il Napoli si ritrova nuovamente a rimpiangere quanto poteva essere ma non è stato. Spalletti si assunto tutta la responsabilità di quanto accaduto colpevole, probabilmente, di non essere riuscito a fortificare una mentalità piuttosto fragile che riguarda la maggior parte dei componenti della squadra. Gli azzurri hanno guidato la testa della classifica per una buona parte di campionato per poi perdersi inspiegabilmente. Inutile nascondersi dietro le assenze e gli infortuni. Molto spesso, quest’anno, Inter e Milan hanno riscontrato delle difficoltà che hanno riaperto il discorso scudetto. Ancora una volta, però, la Fiorentina è stata decisiva. La sconfitta subita dagli azzurri contro i viola ha nuovamente devastato il morale degli uomini di Spalletti che non sono stati in grado di reagire. Il gol subito nel finale con la Roma e la rimonta di Empoli ne sono la dimostrazione.