Meret e il Napoli, una storia d’amore mai nata: ora sarà addio ?

0
164

Meret sembra essere un ospite indesiderato a Napoli. Dopo il clamoroso errore, le percentuali di permanenza del portiere sono al minimo. 

La trasferta di Empoli ha stravolto la stagione di Meret che, adesso, potrebbe separarsi definitivamente dal club partenopeo. I tifosi azzurri difficilmente riusciranno a dimenticare l’errore del numero uno che ha innescato la rimonta dei toscani ed ha azzerato le ultime speranze nella corsa allo scudetto.

Alex Meret Empoli-Napoli (ANSA)
Alex Meret in Empoli-Napoli (ANSA)

Il portiere, arrivato tra tante aspettative rischia, quindi, di terminare la sua avventura napoletana con il peso di un errore fatale sulle spalle. Il dualismo con Ospina e i tanti infortuni hanno condizionato fortemente il percorso dell’azzurro, iniziato con l’intento di guadagnarsi il posto da titolare e finito con l’addio al termine della stagione.

Meret, un nuovo club per cercare il riscatto

Alex Meret portiere Napoli (LaPresse)
Alex Meret svela il suo futuro: ecco dove giocherà il prossimo anno (LaPresse)

La soluzione più plausibile e conveniente per ambo le parti, sembrerebbe quella di separarsi a fine stagione. Il Napoli, considerata l’età avanzata di Ospina, cercherà di acquistare un nuovo portiere da affiancare al colombiano mentre Meret proverà a ripartire da un nuovo club per ritrovare serenità e sicurezza. Nelle ultime ore, si è parlato di un interessamento da parte del Torino di Juric che starebbe monitorando con attenzione la situazione intorno al portiere azzurro. Meret è in scadenza di contratto nel 2023 e, un mancato accordo con il club per il rinnovo, spingerebbe i granata a tentare l’affondo. Nel frattempo, De Laurentiis è già a lavoro per individuare un sostituto con Cragno, portiere del Cagliari e nazionale dietro a Donnarumma, che sembrerebbe essere una delle prime scelte.

Una storia d’amore mai sbocciata

Meret, acquistato nell’estate del 2018 dall’Udinese per una cifra di circa 27 milioni di euro (a cui va incluso anche il tesseramento di Karnezis), finirà inevitabilmente tra le scommesse perse dalla società. Il portiere, dopo aver dimostrato enormi potenzialità nelle due stagioni con la maglia della Spal, aveva il compito di affermarsi in un top club. La sua esperienza con il Napoli, però, non è iniziata nel migliore dei modi; all’inizio del ritiro estivo svolto a Dimaro, il numero uno subisce la frattura dell’ulna del braccio sinistro. Il ritorno in campo, che coincide anche nell’esordio con la nuova maglia, avviene nel dicembre 2018 nella vittoria in casa con il Frosinone per 4 a 0. Inizialmente viene preferito a Ospina, concludendo la stagione con 21 presenze, ma i tanti infortuni ne compromettono la titolarità. L’errore di Empoli decreta la fine di una storia d’amore carica di aspettative che, però, non è mai sbocciata.