Koulibaly, scende in campo il sindaco: “De Laurentiis deve capire una cosa”

0
275

Mertens dal 1 luglio non è più un giocatore del Napoli, Koulibaly a giorni saluterà l’azzurro per il blu del Chelsea. Il sindaco non ci sta e attacca De Laurentiis

A Tutti In Ritiro, trasmissione in onda su Canale 21 ogni sera a partire dalle ore 20.05, ai microfoni della nostra inviata Titti Improta è intervenuto Luigi De Magistris, ex sindaco di Napoli e grande tifoso.

Koulibaly mertens ghoulam
Koulibaly, Mertens e Ghoulam (Foto LaPresse)

Impossibile non parlare del sempre più probabile addio di Koulibaly: “Questa è davvero una brutta notizia. Koulibaly rappresentava il corpo di Napoli, la tenacia, il carattere, la personalità, l’entusiasmo, la forza. Secondo me doveva restare, lo dico con molta sincerità. Se davvero dovesse andar via penso sia una sconfitta per il Napoli. Voglio ancora augurarmi che questa cosa non accada, però secondo me De Laurentiis dovrebbe capire che non dobbiamo far andar via ogni campione che ci costruiamo in casa. I calciatori sono professionisti ma se Koulibaly va via vuol dire che non si è fatto tutto quello che si poteva fare per trattenerlo. Dispiace, soprattutto perché parliamo di lui. Koulibaly è africano, è mediterraneo, napoletano… quel gol alla Juve verso la fine di quella partita, quando si alzò in cielo, è indimenticabile. 

De Magistris su Mertens: “Dries rappresenta Napoli, non può andare via”

mertens
Dries Mertens con il figlio Ciro (Foto LaPresse)

Rammarico anche per la situazione relativa a Dries Mertens, che dal 1 luglio è ormai un calciatore svincolato: “Bisognava trattenere lui, come Mertens: è inutile offrire un contratto buono quando ormai sono già in procinto di andar via. Anche Dries rappresenta Napoli, non possono andare via questi giocatori. Certo, se Mertens resta è un’ottima notizia, ma non compensa certo l’addio di Koulibaly. Certo, finché non c’è l’ufficialità non è ancora detta l’ultima parola ma è sicuramente una perdita molto grave e credo sarà anche molto difficile sostituirlo”.

Sul possibile arrivo di Paulo Dybala in azzurro: “Lui potenzialmente è un calciatore che ha delle prospettive per infiammare la piazza con la sua fantasia. Potrebbe far bene, vediamo se si convincerà a venire a Napoli, ma al momento penso la priorità sia sostituire Koulibaly”.