Dalle escursioni al militare: ecco Kim Min Jae, il nuovo monster del Napoli

Il Napoli ha finalmente messo le mani su Kim Min Jae battendo la concorrenza del Rennes. Ecco chi è il nuovo monster difensivo degli azzurri.

Dopo un lungo tira e molla, con la trattativa che ha rischiato anche di saltare, il Napoli ce l’ha fatta ed ha finalmente trovato l’accordo con il Fenerbahce per il trasferimento in azzurro di Kim Min-Jae. Gli azzurri verseranno nelle casse de club turco i 20 milioni di euro della clausola rescissoria, mentre il giocatore sudcoreano firmerà un contratto fino a Giugno 2025.

Kim Min Jae
Il difensore Kim Min Jae con il Fenerbahce (LaPresse)

A confermare il buon esito della trattativa è stato anche l’agente del giocatore che ha affermato come nei prossimi giorni Kim Min Jae arriverà in Italia per firmare il suo contratto e mettersi agli ordini di Spalletti. Con il difensore sudcoreano, il Napoli completa il proprio reparto difensivo che era rimasto orfano di Koulibaly, volato a Londra dal Chelsea ed ora ha un problema in meno a cui pensare. Conosciamo insieme che giocatore e persona è Kim Min-Jae.

Chi è Kim Min Jae, il nuovo monster del Napoli

Kim Min Jae
Kim Min Jae (LaPresse)

Kim Min Jae è nato a Tongyeong, nel Gyeongsang, il 15 Novembre del 1995 da una famiglia composta interamente da atleti e lui non ha fatto eccezione. Diventato calciatore grazie allo zio, ex allenatore, Kim Min Jae ha esordito da professionista nel 2016 con il Gyeongju KHNP nella Korean National League.

Il difensore si fa subito notare e l’anno dopo viene acquistato dallo Jeonbuk Hyundai Motors, il club più importante della Corea del Sud ed anche coi verdi mostra il suo talento, diventando presto il perno della difesa. Con lo Jeonbuk Kim Min Jae vince due volte la K-League e le sue prestazioni gli valgono anche la conquista della nazionale sudcoreana, con la quale debutta nel 2017.

Nel 2019 approda in Cina al Beijing Guoan e conferma le ottime prestazioni offerte in Corea del Sud, tanto che dopo due anni sbarca in Europa firmando con il Fenerbahce. Con il club turco arriva anche il debutto nelle competizioni europee, precisamente in Europa League contro l’Eintracht Francoforte. A fine stagione viene inserito nella top XI della Super League turca.

Kim Min Jae è un difensore alto 190cm e dal fisico possente, cosa che lo aiuta molto nei contrasti. Il difensore coreano, nonostante la stazza, è molto veloce e si è fatto conoscere per il suo stile di gioco duro e ruvido. In Europa Kim Min Jae ha migliorato la propria intelligenza tattica e risulta abile sia in fase di impostazione che di marcatura.

Il suo fisico possente gli ha conferito la nomea di “The Monster” ovvero “il mostro”, a simboleggiare quanto sia forte fisicamente, mettendo quindi paura agli avversari con la sua aggressività. La sua unica pecca sono le uscite palle al piede che a volte risultano troppo avventate e di sicuro Spalletti dovrà lavorare sotto questo aspetto.

Le 5 cose da sapere su Kim Min Jae

Kim Min Jae
Kim Min Jae (LaPresse)

Se il Kim Min Jae in mezzo al campo ha fatto parlare di sé, lo stesso ha fatto il Kim Min Jae fuori dal campo. Ecco alcune curiosità, alcune molto belle, riguardanti il difensore sudcoreano di cui essere a conoscenza

IL CUORE D’ORO – In Corea del Sud, Kim Min Jae non è solo un idolo per quanto fa vedere con la maglia della nazionale. Nel 2021, infatti, il difensore ha donato ben 50 milioni di won sudcoreani (circa 37 mila euro) alla Purme Foundation, fondazione nata per aiutare i bambini disabili. Un gesto che ha colpito molto l’opinione pubblica e la stessa fondazione che lo ha poi nominato suo ambasciatore.

L’ESENZIONE DAL SERVIZIO MILITARE – In Corea del Sud è obbligatorio per i giovani maschi dai 18 anni in poi prestare servizio militare per almeno 2 anni, destino che tocca anche agli atleti. Tuttavia, Kim Min Jae è stato esentato dal servizio militare avendo vinto la medaglia d’oro ai giochi asiatici svoltisi in Indonesia nel 2018 battendo 3-1 il Giappone in finale. Lo stesso destino è capitato all’altro talento di quella nazionale, ovvero Son Heung-Min.

AMORE PER LE ESCURSIONI E LE BICI – Kim Min Jae è un grande amante delle escursioni, un hobby che lo rilassa e allo stesso tempo gli permette di restare in forma mentre cerca di non pensare al rettangolo di giocoCome per le escursioni, il difensore sudcoreano ama anche andare in bicicletta. Sul suo profilo Instagram è infatti possibile vederlo in una foto con una tuta da professionista a conferma di questo suo amore

PASSIONE PER INSTAGRAM – Kim Min Jae è molto attivo via social, soprattutto su Instagram dove è seguito da più di 507 mila followers, numero destinato ad aumentare quando sarà ufficialmente un giocatore del Napoli.

I TATUAGGI – Arrivato in Europa, Kim Min Jae si è appassionato ai tatuaggi e lo mostrano alcune sue foto pubblicate via social di lui a petto nudo. Sul petto, il difensore sudcoreano si è fatto scrivere “Carpe Diem”, il motto latino che sta per “cogli l’attimo”, mentre sulla schiena ha un tatuaggio molto grande che pare richiamare ad un evento biblico. Ne ha anche uno sul braccio.