Spalletti cambia idea? E’ pronto a tornare alle “origini” per un giocatore

Luciano Spalletti potrebbe effettuare qualche cambio tattico tornando al passato nel caso in cui dovesse concretizzarsi l’affare.

Domani il Napoli comincerà la seconda parte del ritiro in Abruzzo a Castle di Sangro dove giocherà quattro amichevoli prima dell’inizio del campionato. Dopo il duro lavoro e le due amichevoli contro l’Anaune e il Perugia in quel di Dimaro, gli azzurri inizieranno ora a fare davvero sul serio con test molto più probanti, utili a preparare al meglio il debutto ufficiale in campionato.

Luciano Spalletti
L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti (LaPresse)

Per questa seconda parte di ritiro, Luciano Spalletti avrà a disposizione il neo arrivato Ostigard che si è allenato a Dimaro solo una volta e potrebbe avere presto ai suoi ordini anche Kim Min Jae, con il sudcoreano che nel weekend dovrebbe legarsi ufficialmente agli azzurri. In arrivo c’è anche il Cholito Simeone dal Verona e proprio l’arrivo dell’argentino potrebbe essere importante per il Napoli dal punto di vista tattico

Simeone-Napoli: nuovo esperimento tattico all’orizzonte

Simeone esulta
L’attaccante del Verona Giovanni Simeone (LaPresse)

Per l’ufficialità del trasferimento di Simeone al Napoli è ormai questione di giorni, forse di ore. Gli azzurri hanno quasi ceduto Petagna al Monza e con l’addio dell’ex Spal automaticamente si sbloccherà l’arrivo dell’attaccante argentino. E secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, con Simeone è previsto un nuovo esperimento tattico.

Secondo la Rosea, Spalletti potrebbe decidere di tornare alle origini ritornando al 4-2-3-1, con Simeone quasi ad affiancare Osimhen che sarà la punta centrale con due esterni che resterebbero larghi. Il Cholito ha già dimostrato di poter giocare in questo modo e ciò renderebbe la manovra del Napoli più difficilmente leggibile per gli avversari.

L’affiancamento di Simeone, spiega il quotidiano milanese, favorirebbe il lavoro di Osimhen che potrebbe trovare maggior spazio in area di rigore, con i difensori avversari che saranno impegnati a marcare non solo lui. Di sicuro Spalletti lavorerà su questo quando Simeone sbarcherà a Napoli, con il tecnico toscano che non è nuovo a questo genere di cose.

Napoli-Verona: accordo vicinissimo per Simeone

Simeone Verona
Giovanni Simeone (LaPresse

Il Napoli ha già trovato l’accordo con Simeone, con il Cholito attratto dall’idea di giocare la Champions League ed ora resta da trovare solo l’intesa con il Verona. Secondo quanto riportato da Sportmediaset, il club veneto chiede 18 milioni di euro mentre gli azzurri sono arrivati a 15 milioni, con la distanza tra le parti davvero risicata.

Da parte delle due società c’è la voglia di chiudere in maniera positiva l’operazione e l’accordo è sempre più vicino. La sensazione, come detto, è che quando ci sarà ufficialmente la cessione di Petagna al Monza, il Napoli darà una netta accelerata alla trattativa per portare Simeone all’ombra del Vesuvio e per l’inizio della prossima settimana il Cholito potrebbe già essere un giocatore azzurro.

Non a caso, il Verona ha già trovato il sostituto di Simeone, con il club veneto che ha ufficializzato l’arrivo di Thomas Henry dal Venezia. Un trasferimento che avvicina ancora di più il Cholito al Napoli che ha l’attaccante argentino ormai in pugno.