Svincolato dal Napoli a giugno, ha trovato squadra: giocherà contro Mertens!

0
345

Si è svincolato dal Napoli lo scorso 30 giugno, e adesso ha trovato squadra: lascia, però, l’Italia e la Serie A. Ecco dove andrà a giocare

Lo scorso 1 luglio il Napoli ha perso più di un giocatore, svincolatosi dal club azzurro. Si tratta di Lorenzo Insigne (che è andato poi al Toronto), Faouzi Ghoulam, Kevin Malcuit e David Ospina, che si è accasato in Arabia Saudita. La sessione di mercato estiva è proseguita e si è conclusa senza che Ghoulam e Malcuit trovassero squadra. Ma il terzino francese è riuscito ad accasarsi “a tempo scaduto”. In realtà aveva tutto il tempo che voleva, perché essendosi liberato col mercato aperto poteva firmare per una nuova squadra senza limitazioni.

malcuit
Svincolato dal Napoli a giugno, ha trovato squadra: giocherà contro Mertens! (Ansa)

E infatti è arrivato un accordo: Malcuit andrà a giocare in Turchia. Ha siglato un accordo con l’Ankaragucu, la squadra della città di Ankara, che milita nel massimo campionato locale. Non sono stati forniti i dettagli dell’accordo, ma l’ex azzurro dovrebbe aver firmato un accordo di un anno con un’opzione per la prossima stagione. Evidentemente le condizioni fisiche del calciatore (che ha avuto parecchi infortuni) hanno convinto il club turco ad un accordo più cauto del previsto. Per il calciatore inizierà quindi una nuova avventura. Oltre al Napoli, Malcuit in Italia ha giocato anche nella Fiorentina.

Malcuit trova squadra: va a giocare in Turchia

Per lui a Firenze una breve parentesi in prestito da gennaio a giugno, nel 2021 nel post. Malcuit ha 31 anni e proverà a rilanciarsi partendo dalla Turchia, diventata ormai meta decisamente ambita da tanti calciatori europei. La curiosità è che Malcuit sfiderà l’altro ex Napoli Dries Mertens, che ha firmato col Galatasaray. Ma non solo, in Turchia gioca anche un altro grande ex del Napoli, Marek Hamsik, che Mertens ha già incrociato in campionato.

malcuit 18072022 (2)
Kevin Malcuit (LaPresse)

Una parentesi deludente per il francese, arrivato nel 2018 in azzurro dal Lille: fu pagato circa 10 milioni di euro, ma l’investimento non è stato fortunato. Appena 38 presenze in maglia azzurra, ha pagato certe doti forse un po’ troppo offensive per il ruolo di terzino. Probabilmente il giocatore è più predisposto a fare l’intera fascia in un modulo con lo schieramento a tre: il cosiddetto “quinto”. A Firenze, poi, una permanenza di fatto inutile. Appena 5 presenze e un ruolo decisamente da comparsa.