De Laurentiis, la decisione dopo il Mondiale: il patron pronto a farlo

0
274

De Laurentiis, il presidente deve prendere una decisione importante per il futuro del club. Dopo il Mondiale la data giusta

Il successo di una società, si sa, passa prima di tutto dalla programmazione. Sapere calcolare ogni mossa, guardare al futuro. Lo sa bene Aurelio de Laurentiis, sempre attento a non lasciarsi sfuggire nessun dettaglio del suo Napoli. Rivoluzione, rinnovamento. E’ stata questa la parola d’ordine degli azzurri in questi ultimi mesi. Giuntoli ha costruito un mercato intelligente, di ringiovanimento e prospettiva, che ha già iniziato a dare i suoi primi frutti. Gli azzurri sono partiti forte, con un meritato primo posto in classifica in campionato e un straordinario esordio vincente contro il Liverpool in Champions League.

de laurentiis 12092022 napolicalciolive
Aurelio de Laurentiis (LaPresse)

Un inizio migliore era davvero difficile da pronosticare, considerando anche le tante partenze di inizio estate. Il Napoli viaggia. E proprio perché De Laurentiis e Giuntoli sono attenti ad ogni minimo particolare, al presidente e al direttore sportivo non è certo sfuggito il ruolo fondamentale e l’impatto di Luciano Spalletti, che in un anno è riuscito a riportare il Napoli a competere per lo scudetto, e che quest’anno è partito ancora più forte. E, sicuramente, al patron azzurro non sarà neanche passato inosservato un piccolo grande dettaglio.

Spalletti, il tecnico è in scadenza a fine anno: De Laurentiis ha pronto il piano

spalletti 12092022 napolicalciolive
Luciano Spalletti (LaPresse)

Il contratto di Luciano Spalletti è infatti in scadenza a fine anno. Il tecnico toscano nel maggio del 2021 aveva infatti firmato un accordo biennale con gli azzurri, che si esaurirà dunque la prossima estate. Come fa notare il Mattino, le parti prima o poi dovranno sedersi al tavolino per discutere il loro futuro. Certo, di Laurentiis ha in mano un’opzione per un terzo anno di contratto, ma in ogni caso sarà comunque necessario un incontro che porti al via libera di società e tecnico per proseguire il lavoro iniziato insieme lo scorso anno.

Non c’è fretta, come detto, ma la sensazione è che, visti anche i risultati, il Napoli non intenda certo lasciarsi scappare il tecnico di Certaldo, che nonostante qualche critica mossagli nel corso dei mesi ha comunque saputo centrare gli obbiettivi fissati dalla società e trasformare in pochissimo tempo i tanti nuovi arrivi estivi e una rosa stravolta rispetto allo scorso anno in una vera squadra.

Per il rinnovo c’è tempo, nessuno preme. Ma nell’agenda del presidente ci sarebbe già fissata in agenda la data per iniziare i discorsi sul possibile rinnovo. A Novembre, con la pausa per i Mondiali che fermerà il campionato per oltre un mese, e con l’andamento e la crescita del Napoli che a quel punto si arricchiranno di qualche dato e riscontro dal campo in più, sarà il momento perfetto per iniziare a discutere anche del possibile nuovo accordo con il tecnico. Passo fondamentale per quella programmazione fondamentale a rimanere ai vertici del calcio italiano