Prof. Siciliano a NCL: “Qui in Scozia per Rangers-Napoli, ma che beffa…”

0
368

Trasferta indigesta in Scozia per alcuni tifosi del Napoli, come il professor Bruno Siciliano della Federico II: il racconto amaro del docente. 

Niente Rangers-Napoli per i tifosi azzurri. La morte della Regina Elisabetta II ha stravolto i piani dell’UEFA e anche dei supporter partenopei, che avevano regolarmente acquistato i biglietti per la partita di Champions League.

L'Ibrox Stadium di Glascow dove si giocherà Rangers-Napoli di Champions League
L’Ibrox Stadium di Glasgow dove si giocherà Rangers-Napoli di Champions League (ANSA)

Infatti, per via della scomparsa della Sovrana, l’UEFA ha deciso di rinviare la gara della formazione di Spalletti, in origine prevista il 13 settembre e spostata improvvisamente a mercoledì 14 settembre alle ore 21. Ma c’è di più. Infatti, l’organo calcistico europeo ha deciso di vietare la trasferta ai sostenitori del Napoli a due giorni dal fischio d’inizio per problemi di ordine pubblico.

Un disastro per i tifosi azzurri che avevano già programmato il viaggio. Un disastro sopratutto per chi è già partito, pregustando la possibilità di vedere dal vivo Rangers-Napoli all’Ibrox Stadium. Proprio per tale ragione e per portare alla luce i problemi di questa decisione dell’UEFA, Napolicalciolive ha contattato il professor Bruno Siciliano, docente universitario di Robotica alla Federico II di Napoli, che ha scoperto di non poter accedere allo stadio di Glasgow solo una volta arrivato in Scozia.

Rangers-Napoli, il Prof. Siciliano beffato dall’UEFA: “Se avessero rinviato il match prima…”

Bruno Siciliano, dovente universitario della Federico II di Napoli
Bruno Siciliano, docente universitario della Federico II di Napoli (Screenshot da wpage.unina)

Abbiamo contattato il prof. Siciliano nel pomeriggio di domenica 11 settembre per conoscere il suo stato d’animo dopo la decisione del rinvio del match Rangers-Napoli, che avrebbe dovuto vedere allo stadio. Un rinvio che lascia i tifosi azzurri amareggiati, soprattutto quelli giunti in Scozia diversi giorni prima della sfida di Champions.

Professore, ora dove si trova e che cosa farà in Scozia? 

Sono appena arrivato ad Edimburgo. Siamo in cinque, siamo partiti da Bari…Faremo i turisti e omaggeremo la Regina Elisabetta II – afferma con sorriso amaro – E’ assurdo che abbiano preso questa decisione! Noi prima di partire abbiamo compilato dei moduli e abbiamo indicato le date del viaggio. Immagino che abbiano deciso di rinviare Rangers-Napoli due giorni prima della partita poiché, a differenza mia, molti tifosi avrebbero raggiunto la Scozia solo domani (lunedì 12 settembre ndr), ad un giorno dal match…

Una gestione da rivedere da parte dell’UEFA e dalla stessa Scozia…

I biglietti della partita ce li rimborseranno, ma se l’UEFA avesse deciso ieri sera il rinvio del match, avremmo perso solo i soldi del volo e avremmo annullato il viaggio. Questi sono gli inconvenienti di essere tifosi, ma che beffa…Hanno spostato la partita perché il feretro della Regina resterà ancora in Scozia i prossimi giorni e di conseguenza hanno chiuso il settore ospiti perché serviranno le unità di polizia per gestire gli eventi di commemorazione della Sovrana. 

E quindi dove vedrà la partita Rangers-Napoli?

Tornerò mercoledì in Italia. La mattina avrò il volo diretto per Bari…